Terremoto. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia spiega la situazione attuale

L’origine delle scosse registrate in questi giorni sarebbe tettonica. Non si esclude un possibile legame con il riempimento della camera magmatica dell’Etna

A seguito della sequenza sismica che si sta verificando ai piedi dell’Etna, oggi Yvii24 ha raggiunto l’esperto dell’Ingv di Catania Claudio Alparone che ha spiegato in maniera dettagliata qual è la situazione attuale. Una sequenza che continua attraverso centinaia di scosse gran parte delle quali percepibili solamente a livello strumentale. L’ultima, nella tarda mattinata di oggi. Non è possibile capire fino a quando queste scosse continueranno, considerato che non esiste una prevedibilità del fenomeno. Secondo l’esperto sentito oggi, l’origine dei sismi sarebbe prettamente tettonica, anche se non bisogna escludere un legame con quanto sta avvenendo all’interno dell’Etna. Da diversi mesi, il vulcano sta vivendo una fase di ricarica di magma della camera centrale, con una conseguente pressurizzazione del sottosuolo che potrebbe ripercuotersi in uno “stress” sulle faglie attive. Anche da parte dell’Ingv viene lanciato l’invito alla popolazione, in caso di terremoto, di mantenere la calma e di seguire le norme comportamentali diramate dalla Protezione civile nazionale.



LUCA CRISPI Giornalista pubblicista dal 2018 ha sviluppato ed accresciuto la propria formazione professionale all'interno del mondo multimediale del giornalismo online. Predilige trattare argomenti di politica, di attualità e di cronaca
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: