A svelare la tabella toponomastica il sindaco Nello Oliveri

A 41 anni dal barbaro assassinio, Aci Catena ha dedicato uno slargo al giornalista e politico Peppino Impastato, ucciso dalla mafia a Cinisi il 9 maggio 1978, lo stesso giorno in cui le Brigate Rosse uccisero Aldo Moro. Si tratta del tratto di strada di via Sottotenente Barbagallo, ad Aci San Filippo, prossimo all’Istituto scolastico “Giovanni Paolo II”.

È stato il sindaco catenoto Nello Oliveri a presenziare alla cerimonia e a svelare la targa “Largo Peppino Impastato”; presenti, tra gli altri, il presidente del Consiglio comunale Nando Sapuppo, la giunta municipale, i rappresentanti delle Forze dell’ordine, una rappresentanza delle scolaresche, il parroco padre Roberto Strano che ha benedetto la tabella toponomastica. L’idea di intitolare lo spazio innanzi alla scuola era stata già avanzata nel 2013 dall’ex assessore dell’amministrazione Maesano, Maria Grazia Forzisi. «Celebriamo l’impegno a testa alta di Impastato perché il popolo siciliano potesse liberarsi di tutte le mafie: un grande uomo – ha detto il primo cittadino –, il cui esempio deve essere ben presente a tutti, soprattutto alle nuove generazioni».

Hashtags #aci catena #inaugurazione #peppino impastato #slargo #svelatura #Ultime notizie