La donna ha trovato il coraggio di contattare il 112 per salvarsi dal marito in preda ad un raptus

I Carabinieri della Stazione di Adrano hanno arrestato la scorsa notte, in flagranza ,un 40enne adranita ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori.
All’ennesima lite con conseguente aggressione fisica, la vittima – una donna di 36 anni – ha trovato la forza di comporre il 112 e chiedere aiuto ai carabinieri. Sul posto è giunta immediatamente una pattuglia della locale Stazione che, irrompendo nell’abitazione della coppia, ha potuto bloccare ed ammanettare l’energumeno in preda ad un vero e proprio raptus. La donna è dovuta ricorrere alle cure dei medici dell’Ospedale di Biancavilla dove, per fortuna, le sono state diagnosticate delle lesioni guaribili in pochi giorni. Come accertato dai carabinieri la donna, dai primi giorni dello scorso febbraio, era stata sottoposta ad ogni sorta di violenza psicofisica che le avevano generato un perdurante e grave stato d’ansia. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Hashtags #Adrano #arresto #carabinieri #in evidenza #violenza donne