Un uomo, che vendeva kit anticovid, ha reagito ai Carabinieri ed è stato arrestato

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Paterno con i colleghi della locale Stazione e di quella di Adrano, hanno svolto un’attività di controllo, nei territori di competenza, finalizzato a garantire l’osservanza delle disposizioni per il contenimento del fenomeno epidemico. In particolare, nel corso del servizio, i militari avevano notato tre persone nella piazza Napoli di Adrano le quali erano intente a vendere abusivamente sulla pubblica via dei “kit multiuso” per la protezione individuale.

Durante il conseguenziale sequestro della merce però uno dei tre, il 34enne pregiudicato siracusano Francesco Razza, andava improvvisamente in escandescenze cominciando ad inveire contro i militari operanti, i quali, pertanto, hanno proceduto al suo arresto per i reati di minaccia a pubblico ufficiale, concorso in ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e vendita di prodotti industriali con segni mendaci, mentre gli altri due, un 54enne di Siracusa ed un 34enne di Melilli (SR), entrambi pregiudicati, sono stati denunciati per le stesse motivazioni.

Nel prosieguo dell’attività sono stati controllati 2 esercizi commerciali ed elevate 3 sanzioni per il mancato utilizzo della mascherina protettiva inoltre, a seguito dei controlli effettuati per garantire il rispetto del C.d.S. da parte degli utenti, sono state contestate 3 sanzioni amministrative e decurtati 11 punti dalle patenti di guida, nonché identificate 27 persone e controllati 13 veicoli.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Adrano #carabinieri #controlli #Paternò #Ultime notizie