La moto è stata adesso sequestrata e affidata a un deposito giudiziario

Nel quadro delle attività predisposte dal Commissariato di pubblica sicurezza di Adrano, volte a garantire il rispetto delle norme sulla circolazione stradale, è stato sanzionato un uomo di quarant’anni con numerosi precedenti di polizia, per aver consentito che il proprio figlio circolasse con un motociclo sottoposto a sequestro amministrativo. Il motociclo era stato sequestrato nel mese di ottobre scorso poiché l’uomo circolava in mancanza della copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi. Lo scooter, in quel momento, così come prevede il Codice della strada, fu affidato allo stesso proprietario affinché lo custodisse in un luogo privato e pertanto non soggetto a pubblico passaggio.

Nella giornata di ieri agenti del Commissariato adranita hanno sorpreso il figlio mentre circolava a bordo del motociclo. Constatata l’irregolarità, gli operatori di polizia hanno controllato il veicolo e contestato al padre del guidatore la violazione di cui all’art. 213, comma 8, del Codice che prevede nei confronti di chi, avendo assunto la custodia di un veicolo sequestrato, consente che altri vi circolino abusivamente, la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.988 a euro 7.953. Lo scooter è stato immediatamente affidato a un deposito autorizzato dal Prefetto, ove verrà custodito sino a quando interverrà la confisca e la successiva vendita. Si protrarranno ancora i controlli mirati al ripristino delle sancite dal Codice della Strada.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Adrano #moto #Polizia #scooter #sequestro