Le operazioni sono state compiute nei giorni scorsi dagli uomini del locale commissariato

Gli investigatori del Commissariato di Adrano hanno denunciato in stato di libertà, il catanese pluripregiudicato  A.N., classe 1979, per il reato di furto aggravato. In data 15 maggio la titolare di una rivendita di colori per pareti e utensili vari denunciava che nel corso della notte precedente ignoti avevano asportato delle smerigliatrici e dei trapani elettrici. Avviata l’attività investigativa , l’attenta visione delle immagini estrapolate dagli impianti di videosorveglianza, ha permesso agli investigatori di osservare il numero di targa dell’autovettura, utilizzata dal A.N. per riporre gli attrezzi rubati, e risalire quindi al proprietario accertando che questi provenisse da Catania.  Inoltre sempre dalla visione delle immagini è stato possibile ricostruire il modus operandi di A.N., il quale di fronte all’evidenza dei fatti, ha dovuto ammettere le proprie responsabilità.

Nel corso di un altro servizio, gli Agenti del Commissariato di Adrano hanno denunciato in stato di libertà S.S., di anni 20, per evasione dagli arresti domiciliari e minaccia aggravata. Nella serata di ieri, il personale del locale Commissariato, è stato allertato dalla madre del giovane , il quale si era avventato contro il compagno di quest’ultima, a seguito di una lite sorta a causa delle continue minacce  e ripercussioni da parte di S.S. Giunti sul posto, gli agenti operanti hanno accertato che il giovane, con precedenti specifici, aveva violato le prescrizioni imposte dal regime degli arresti domiciliari.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Adrano #Polizia #Ultime notizie