Le note del sindaco Pippo Ferrante, del presidente del Consiglio comunale Alessandro Zignale e del Movimento 5 Stelle

Com’era ovvio attendersi, non son tardate, ad Adrano, le reazioni al servizio di “Striscia la notizia” sui lutti per il collaborante di giustizia Valerio Rosano (qui il servizio di Striscia la notizia). L’inviata Stefania Petyx ha intervistato i cittadini invitandoli ad un selfie con il cartello: la mafia fa schifo. Alcuni hanno detto di no, altri, più numerosi, di sì. Di seguito le reazioni del sindaco Pippo Ferrante, del presidente del Consiglio comunale Alessandro Zignale e del Movimento 5 Stelle.

Il sindaco Ferrante: «Video alla magistratura per eventuali responsabilità degli intervistati»

“In seguito al servizio andato in onda su Striscia la Notizia nel quale emerge una chiara condivisione di una cultura mafiosa, odiosa e deprecabile, che non rappresenta la maggioranza degli adraniti, ritenendo che sia stata lesa l’immagine della città ho incaricato l’ufficio legale a trasmettere il video alla magistratura per accertare eventuali responsabilità degli intervistati”.

Pippo Ferrante
Sindaco di Adrano

 

Il presidente del Consiglio comunale Zignale: “Dalla tristezza alla vergogna”

Dalla tristezza nel vedere chi non può dire ciò che pensa alla vergogna di chi cerca addirittura di giustificare tale gesto, questo è quello che ho provato ascoltando il servizio di Striscia la notizia sui manifesti funebri.
Resto convinto che i soggetti capaci di tali azioni siano una esigua minoranza a fronte
dell’intera citta di Adrano che ha voglia di riscatto contro le estorsioni, contro lo spaccio di droga e contro il malaffare nel nostro territorio.
Dopo la figuraccia nazionale, spero che le associazioni locali, i sindacati e i gruppi
politici vogliano far sentire la propria voce, restando sin da subito a disposizione per ogni qualsivoglia azione da intraprendere a favore di una legalità detta a parole ma ancora lontano dalle menti e dai cuori di alcuni adraniti.

Alessandro Zignale
Presidente Consiglio comunale Adrano

 

M5S: “Condanna per le frasi di alcuni cittadini”

Perorare un ideale in vita è necessario. Non si può essere inetti. Si deve compiere una scelta, parteggiare; scegliere di professare il bene o vivere nel male. Ma solo se si percorrerà la prima via, si getteranno le basi per la costruzione di un mondo onesto e giusto, un mondo che ad oggi sembra utopico.
Non sopportiamo l’ingiustizia, perciò condanniamo le affermazioni di alcuni personaggi che si sono espressi malamente nelle interviste di “Striscia la notizia” che hanno presentato Adrano come un paese di mafiosi e omertosi e perciò ci spendiamo nel difendere un’attività politico-culturale antimafiosa.
I cittadini adraniti del Meet Up “Amici di Beppe Grillo” di Adrano hanno preso posizione contro la mafia, riconoscendo le riprovevoli azioni da essa compiute e manifestando affinché esse cessino di esistere. Tutto ciò è dovuto al nostro fervente impegno a credere in una Sicilia più giusta e in cui la presenza dello Stato non sia ottenebrata dalla mafia.

Se il nostro sogno si realizzerà sicuramente cercheremo con tutte le nostre forze, così come abbiamo già fatto in passato, di scuotere la coscienza di tutti i cittadini rendendoli consapevoli dell’essenza della mafia, nelle sue varie forme e nella pericolosità delle sue azioni. Ci uniremo in un corteo con chiunque, senza distinzione o colore politico, mettendoci a disposizione per la realizzazione di una manifestazione che possa far ricredere sulla cittadina adranita, e invitiamo ogni singolo cittadino a parlare forte in piazza, non a lamentarsi e a criticare da soli o a casa e nel web… Solo uniti si combatte… solo uniti si vince!
Inviteremo inoltre, in occasione di tale manifestazione, la redazione di “Striscia la notizia” a dare voce a tutte quelle persone che avranno voglia e desiderio di ribadire ancora che la mafia è un cancro da debellare!

Meet up “Amici di Beppe Grillo Adrano”

Hashtags #Adrano #in evidenza #lutto #necrologio #pentito #reazioni #striscia la notizia