Si erano introdotti all’interno di una pizzeria, portando via una macchinetta cambiamonete

Due uomini di Santa Maria di Licodia, M.E di 33 anni e V.E. di 28 anni, già noti alle forze dell’ordine per precedenti reati contro il patrimonio, sono stati arrestati alle prime ore di mercoledì scorso dai Carabinieri della stazione Agira, con l’accusa di furto aggravato perpetrato ai danni di un ristorante di via Vittorio Emanuele ad Agira. I due, secondo quanto ricostruito dagli uomini dell’arma della Compagnia di Enna,  sarebbero entrati all’interno di una pizzeria – forzando e danneggiando la saracinesca esterna – intorno alle 4:30 del mattino portando via una macchinetta cambiamonete con all’interno 2500 euro in contanti.

I rumori generati dallo scasso, hanno fatto scattare una segnalazione da parte di alcuni abitanti al 112. Segnalazione che ha permesso di attivare le forze dell’ordine che si sono subito messi alla ricerca dei ladri che nel frattempo si erano dati alla fuga.  I Carabinieri, dopo diverse ore di ricerche, hanno scovato i due nascosti tra una fitta vegetazione, rinvenendo la macchinetta rubata abbandonata tra le sterpaglie a poca distanza da loro.  Alla vista degli uomini dell’arma, i due non hanno potuto far altro che consegnarsi ai Carabinieri e ammettere la responsabilità del furto. Su disposizione del Pubblico Ministero di turno della procura ennese Stefania Leonte, che ne ha disposto il fermo, i due ladri sono stati sottoposti al rito direttissimo dove il giudice ha convalidato l’arresto con obbligo di dimora nel comune di residenza.

Hashtags #agira #arresto #enna #furto #macchinetta cambiamonete #Santa Maria di Licodia #Ultime notizie