L’uomo nascondeva la droga e la bomba in locali di sua pertinenza. Evacuato lo stabile per il prelievo dell’ordigno

Un adranita di 51 anni, Biagio Zammataro, è stato arrestato ad Adrano dalla Polizia di Stato nell’ambito di un servizio antidroga. Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del locale Commissariato, insieme ai colleghi della Squadra Mobile della Questura di Catania, hanno eseguito una perquisizione domiciliare nei pressi dell’abitazione di Zammataro, ad Adrano, segnalata quale luogo di custodia di droga.

All’interno dello stabile i poliziotti hanno ritrovato un chilo e 222 grami di eroina ed un bidone in plastica con all’interno 5 confezioni di cellophane trasparente termo-saldate, contenenti pasticche di presunta sostanza stupefacente del tipo ecstasy di colore verde contrassegnate dalla scritta “LV” dal peso complessivo di 2 chili e 778 grammi, 4000 euro in banconote da 50.

Inoltre, in un garage di pertinenza dell’abitazione gli agenti hanno rinvenuto una bomba a mano di fabbricazione estera che richiedeva l’intervento del nucleo artificieri della Questura di Catania che, per garantire la sicurezza degli abitanti, ha imposto l’evacuazione dei residenti della palazzina interessata. Successivamente l’ordigno è stato prelevato e messo in sicurezza. Biagio Zammataro è stato arrestato e rinchiuso nella casa circondariale di Catania “Piazza Lanza” a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Hashtags #arresto #biagio zammataro #bomba #commissariato adrano #droga #Polizia #Ultime notizie