Il processo con rito ordinario si aprirà il 18 dicembre prossimo

Si aprirà il prossimo 18 dicembre, davanti alla Corte d’Assise del Tribunale di Catania, il processo nato dall’indagine “Ambulanza della morte” che vedrà alla sbarra Davide Garofalo (attualmente detenuto), il barelliere adranita di 43 anni, imputato per tre omicidi di malati terminali. La decisione è stata assunta oggi dal giudice per l’udienza preliminare Giovanni Cariolo. L’altro imputato, Agatino Scalisi, che dovrà rispondere di un omicidio, verrà giudicato con rito abbreviato il prossimo 4 aprile (la notizia è di ieri).

Per una terza persona, Marco Donzì, l’indagine prosegue. L’inchiesta è iniziata da un servizio de “Le Iene” nel quale un testimone ha raccontato che i due avrebbero indotto la morte in malati terminali, a bordo dell’ambulanza che li stava trasportando a casa, per lucrare sulla vestizione della salma e sulla cessione delle esequie alle agenzie funebri compiacenti, di Adrano e Biancavilla.

Hashtags #agatino scalisi #ambulanza della morte #Biancavilla #davide garofalo #in evidenza #marco donzì #rinvio a giudizio