L’uomo, un 23enne catanese, deve rispondere di di detenzione e porto abusivo di armi e ricettazione

Nelle prime ore della mattinata, la Polizia di Stato ha arrestato a Catania il pregiudicato  23enne Vito Salvatore Guzzetta, catanese, che dovrà rispondere di detenzione e porto abusivo di armi e ricettazione. Gli agenti delle volanti, durante il controllo del territorio, hanno notato in una via del centro storico, due individui dialogare in modo animato a bordo di un’autovettura. I poliziotti, colti da sospetto hanno deciso di identificare i due uomini e, visto il nervosismo mostrato dagli stessi, li hanno sottoposti a perquisizione personale. Guzzetta è stato trovato  in possesso di una pistola revolver calibro 357 Magnum “Smith & Wesson”, carica del relativo munizionamento, custodita all’interno di un borsello, nonché di altre 11 cartucce sfuse.

Alla luce di quanto appurato, gli operatori hanno esteso la perquisizione nell’abitazione di Guzzetta, dove sono state rinvenute un fucile calibro 12 illegalmente detenuto e 4 cartucce calibro 12 a pallettoni. Da successivi accertamenti si è venuti a conoscenza che, la pistola rinvenuta risultava essere oggetto di furto perpetrato nel 2010 in un’abitazione sita in provincia di Potenza, mentre il fucile risultava appartenere ad un individuo residente a Santa Maria di Licodia. Guzzetta pertanto è stato arrestato e, su disposizione del P.M. di turno, associato presso la casa circondariale di Piazza Lanza in attesa della celebrazione del giudizio di convalida.

Hashtags #arresto #detenzione armi #fucile #in evidenza #Santa Maria di Licodia