Deceduti due 65enni. Accorato appello del primo cittadino alla comunità

Due morti per covid, che oscurano i dati favorevoli giunti ieri pomeriggio per Belpasso dall’Asp. A fronte, infatti, di 16 guariti su 7 nuovi contagi, si registrano due cittadini belpassesi di 65 anni che non sono riusciti a superare l’infezione. «Questi decessi, così come i precedenti – dichiara il sindaco Daniele Motta – mi toccano nel profondo. Mi unisco al dolore delle famiglie, alle quali rivolgo le mie più sentite condoglianze». Questi i numeri complessivi: dal 3 agosto sono 206 in totale i casi positivi registrati a Belpasso; scendono a 100 i casi attualmente attivi (di cui 8 ospedalizzati); 98 i guariti; 8 i deceduti.

«La morte tocca e ridefinisce ogni cosa – prosegue Motta –. Di fronte ad un nemico invisibile ed impalpabile, che assume il volto possibile di ogni persona che incontriamo, di ogni relazione e di ogni rapporto, ci sentiamo improvvisamente indifesi, esposti e smarriti. È una fragilità che mette fuori gioco molte delle relazioni interpersonali e sociali. E proprio dal punto di vista della fragilità sociale sta tornando di moda il termine “comunità”, un’aggregazione di persone che condividono un vincolo reciproco, un impegno assunto verso qualcuno. Ebbene, cari concittadini, io ho preso un impegno nei vostri confronti anche se giornate come queste ti fanno mancare le forze, io voglio, devo andare avanti per incoraggiare la mia comunità e dirle che ne usciremo! Ma nella democrazia il senso profondo del vincolo comunitario è anche quello di rispettare i doveri, come il dovere di rispettare un insieme di regole, quelle di contenimento del virus che possono salvare la vita… Facciamolo!» chiude il primo cittadino belpassese.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Belpasso #covid #decesso #Ultime notizie