Le sculture potranno essere ammirate nelle vie e negli spazi pubblici della città

Verranno consegnate ufficialmente domani, alle 18.00, a Belpasso, le cinque sculture realizzate nell’ambito del progetto “Città delle cento sculture” dal maestro siriano Elias Naman e da quattro studenti delle Accademie di Belle Arti di varie città d’Italia: Roberto Caccamo (Catania), Matteo Zeni (Carrara), Davide Vanzo (Carrara) e Valentina Aceto (Torino). Le opere sono state realizzate in occasione del Quinto Simposio Internazionale di Scultura.
Teatro della realizzazione, in corso dal 18 giugno, è stato il parcheggio dello stadio comunale San Gaetano, dove i cinque artisti partecipanti hanno realizzato le sculture partendo da informi blocchi di pietra lavica, riuscendo a trasformarli in vere e proprie opere d’arte in soli dieci giorni.

Alla consegna delle opere, che andranno ad aggiungersi nelle vie e negli spazi cittadini alle altre sculture già presenti in modo da arricchire il progetto di “Citta delle cento sculture”, saranno presenti, oltre al sindaco belpassese Carlo Caputo e al suo vice Tony Di Mauro e agli assessori e consiglieri comunali, anche il direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Catania, Virgilio Piccari, e i docenti Ornella Fazzina, Antonio Portale e Silvio Marchese, rispettivamente curatore e direttori artistici del progetto.

 

Hashtags #Belpasso #carlo Caputo #città cento sculture #in evidenza #opere #oro nero dell'etna #quinto #sculture #Simposio Internazionale di Scultura #Virgilio Piccari