Tredici gli scultori protagonisti che regaleranno le opere al comune

È fissata per giovedì alle 17:00, la chiusura del terzo Simposio internazionale di scultura in pietra lavica “Oro Nero dell’Etna” iniziato il 10 aprile scorso. Presso il parcheggio dello Stadio “San Gaetano” i tredici artisti protagonisti di questa edizione, provenienti dalle migliori Accademie delle Belle Arti Italiane e da Paesi stranieri come Turchia, Cina e Stati Uniti, sveleranno al pubblico le proprie opere che diverranno patrimonio del Comune di Belpasso.

 

Al gran finale del Simposio sarà presente oltre al sindaco Carlo Caputo, Virgilio Piccari, direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Catania e principale partner della manifestazione, l’assessore Tony Di Mauro, ideatore del Simposio, i tredici artisti ed i docenti dell’Accademia delle Belle Arti di Catania.
«È stata scritta un’altra importante pagina della storia artistica e culturale di Belpasso – sottolinea il Sindaco Carlo Caputo – appassionati e curiosi hanno avuto infatti modo di interloquire con gli scultori, che volentieri hanno spiegato i segreti della loro arte e svelato le fonti ispiratrici delle proprie opere, in un percorso di crescita comune per la Città e per gli artisti stessi. Giovedì le opere saranno finalmente svelate e fra esse ve ne sono alcune di rara bellezza. Grazie a questa terza edizione del Simposio – conclude Caputo – Belpasso sarà già ad un terzo del percorso intrapreso per divenire la Città delle cento sculture avendo accumulato ben 33 opere d’arte che saranno immediatamente collocate nelle vie del Centro Storico.»

Hashtags #Belpasso #in evidenza #oro nero dell'etna #pietra lavica #scultura