I ragazzi provenienti da tutta Italia stanno svolgendo il campo estivo all’interno della cooperativa “Beppe Montana”

Il sindaco di Belpasso Daniele Motta ha incontrato nella sera di ieri, all’interno del Polo Museale Casa Russo Giusti, un nutrito gruppo di giovani, provenienti da tutta Italia, impegnati nel campo estivo che si sta svolgendo in un’azienda agricola confiscata alla criminalità, situata in territorio di Belpasso, ai confini con Motta Sant’Anastasia e gestita dalla cooperativa “Beppe Montana” della rete di Libera Terra – Contro le Mafie. Presente anche il presidente del Consiglio comunale, Gaetano Campisi. L’incontro segue una prima visita che il sindaco ha svolto presso l’azienda agricola lo scorso 2 agosto dove lo stesso invitò i giovani a visitare Belpasso. Il gruppo, nell’ambito delle attività in programma, ha fatto tappa a Belpasso e visitato il Mechané – Museo multimediale dei Carri di Santa Lucia – e il Museo Etnoantropologico “Venerando Bruno”. Ad accompagnare i giovani, il coordinatore della cooperativa, Alfio Curcio.

«Un’occasione – ha commentato il sindaco Motta – che ha entusiasmato questi giovani, coinvolti quotidianamente in attività di lavoro e ricreative. Dopo la mia prima visita di alcuni giorni fa, abbiamo instaurato un rapporto di amicizia e collaborazione. Ritengo fondamentale far sentire la presenza delle istituzioni, che devono essere sempre pronte a stare al fianco di realtà importanti come quella di Libera, che permette ai giovani di fare un’esperienza nuova centrata sui valori della legalità e della giustizia. Abbiamo il privilegio di ospitare questa realtà nel nostro territorio ed è quindi intenzione di questa Amministrazione valorizzare al massimo questa significativa presenza. I campi di Libera si svolgono nel periodo estivo ogni settimana e quindi confermiamo la nostra piena disponibilità ad accogliere da noi tutti i gruppi che vorranno conoscere le risorse della nostra città, dai musei al percorso delle 100 sculture e tanto altro».

Hashtags #Belpasso #campo estivo #cooperativa beppe montana #daniele motta #in evidenza #libera terra