Appuntamento per i volontari alle 9 davanti all’isola ecologica

Anche il 25 aprile il Centro comunale di raccolta (l’isola ecologica) lungo la Strada provinciale per Camporotondo sarà aperto dalle 7,30 alle 13,30. Intanto, si perfeziona la macchina organizzativa dell’iniziativa in programma il 4 maggio. Una decisa azione di contrasto e di bonifica delle microdiscariche alimentate da alcuni cittadini con scarso senso civico e una campagna di sensibilizzazione ambientale. Sono questi gli scopi principali del progetto #differenziati ricicla, presentato nei giorni scorsi nella Sala consiliare del Municipio, che vedrà materialmente impegnati in alcune aree dell’abitato urbano e nelle sue immediate vicinanze decine cittadini appartenenti a diverse associazione e singoli cittadini.

«Vogliamo ulteriormente aumentare la quota di differenziata – annuncia il sindaco Daniele Motta – . Nel 2018 abbiamo raggiunto e consolidato il dato del 72%, entro la fine di quest’anno il nostro obiettivo è il 75%. Tramite questa e altre iniziative riteniamo di poter rafforzare la posizione di Belpasso tra i Comuni più virtuosi in Sicilia, con benefici evidenti per l’ambiente e per i nostri concittadini che pagheranno sempre meno di Tari». Il progetto è stato illustrato nel dettaglio dalla consigliera comunale Daniela Tomasello, che lo aveva precedentemente  proposto all’Amministrazione ottenendo il plauso del sindaco e dell’assessore Salvo Pappalardo.

«#differenziati ricicla,  è un progetto di educazione civica: i giovani attraverso la loro prestazione assolutamente di volontariato, cureranno strade e piazze della città, migliorando la qualità dell’ambiente e stimolando la salvaguardia, la crescita ed il rispetto del bene comune. Nel concreto, obiettivo primario del progetto è quello di inquadrare innanzitutto le problematiche legate allo smaltimento dei rifiuti in termini generali – spiega Daniela Tomasello – agli effetti disastrosi a livello di inquinamento ambientale e far acquisire le conoscenze specifiche sui rifiuti, sulla raccolta differenziata, sul riciclaggio e sullo smaltimento, coinvolgendo cosi in modo attivo le associazioni della città».

«Purtroppo In alcune zone della città si rilevano microdiscariche create da cittadini con scarso senso civico, incoscienti ed incuranti del danno che possono causare all’ambiente, alla salute ed al decoro del nostro territorio. Bonificare una microdiscarica costa al comune di Belpasso in termini economici e in termini di percentuali sulla raccolta, in quanto, lo smaltimento di tali rifiuti viene fatto indistintamente. Differenziare quindi i rifiuti abbandonati nelle  microdiscariche ha per il Comune un doppio beneficio»,  sottolinea l’assessore all’Ecologia, Salvo Pappalardo.

L’appuntamento con i volontari è sabato 4 maggio, alle ore 9, davanti il Centro comunale di raccolta (isola ecologia) lungo la Strada provinciale per Camporotondo. I partecipanti poi raggiungeranno le aree assegnate:  piazza Pertini a Piano Tavola, piazza del Pettirosso al Villaggio delle Ginestre, Parco urbano, Parcheggio S. Gaetano “piazzale campo fiera”, piazza Primo Maggio, piazza Baden Powell, piazza Borsellino, piazza Stella Aragona, piazzale sulla SP 120 in contrada Segreta,  piazza Dusmet  al Villaggio delle Ginestre. Saranno forniti ai partecipanti: guanti,  sacchi, palette, rastrelli, mascherine.

Hashtags ##differenziati ricicla #Belpasso #bonifica #discariche abusive #microdiscariche #territorio #Ultime notizie