Il Consiglio comunale dà il via libera alla riduzione della Tari, ma le microdiscariche anche dentro il paese persistono

Belpasso è un paese da record per quanto riguarda la raccolta differenziata e ad oggi, in base ai dati e ai meriti raccolti, si può affermare a gran voce. Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità dei 13 consiglieri presenti il piano finanziario e la successiva determinazione della Tari per l’anno corrente. Il costo delle utenze domestiche verrà ridotto del 20 %, questo permetterà di ridurre i costi dei contribuenti in regola con i pagamenti degli ultimi anni. Dunque senso civico e risparmio iniziano ad andare a braccetto.

Tuttavia, si evidenzia una nota dolente. Nonostante la raccolta differenziata venga rispettata dai cittadini, una parte di essi, sicuramente una minoranza, continua a sporcare l’ambiente abbandonando ogni tipo di spazzatura dove capita. D’altronde le “foto trappole” chiamate a incastrare gli zozzoni non possono coprire ogni angolo di territorio. E i sistemi di videosorveglianza fissi sono stati ideati proprio per beccare e denunciare gli sporcaccioni che creano ed alimentano le microdiscariche all’interno del territorio.

Un esempio di microdiscarica è la prosecuzione della XII Traversa, via De Nicola, che conduce alla nuova circonvallazione. Nei pressi dei container per la raccolta di indumenti usati, davanti alle torrette di Contrada Gattaino, si individuano cumuli di rifiuti, i più sparsi oltre il guard rail, verso la campagna. Diverse le segnalazioni dei cittadini e diversi gli interventi di bonifica da parte dell’amministrazione per eliminare la microdiscarica che sembra rigenerarsi continuamente. Proprio per questo motivo probabilmente verranno eliminati i due container presenti.

Situazione analoga in via Alfio Signorello, dove gli utenti segnalano la presenza di spazzatura. Di origine diversa i rifiuti segnalati nel quartiere Borrello dai condomini che abitano nei pressi del supermercato MD. Stando ai fatti, i contenitori condominiali per la raccolta differenziata vengono riempiti non solo dai condomini ma anche da chi passa per quelle zone o addirittura da gente che, una volta uscita dal supermercato, ritiene comodo gettare qualsiasi tipo di rifiuto lì. Questo fenomeno, oltre a riempire i bidoni fino al culmine, fa indispettire i condomini che tramite i loro profili Facebook hanno segnalato la situazione testimoniata dalle foto.

Ancora una volta Belpasso si conferma un comune virtuoso ma la lotta più grande, ovvero quella contro gli “zozzoni”, non è ancora stata vinta. Certo non è una consolazione osservare che la stragrande maggioranza dei comuni siciliani è in condizioni peggiori: mal comune, mezzo gaudio? Non è proprio così, perché l’ambiente, la civiltà, la salute, riguardano tutti i siciliani.

Hashtags #Belpasso #differenziata #discariche #microdiscariche #rifiuti #Ultime notizie