Una famiglia media si troverà a risparmiare circa 45 euro sulla bolletta

A Belpasso la Tari (tassa sui rifiuti) costerà di meno grazie alla raccolta differenziata che sta dando ottimi risultati ponendo il comune al vertice dei comuni siciliani in termini di riciclo, e al nuovo appalto rifiuti. Fino a qualche tempo fa gli unici risparmi concessi erano dedicati ai cittadini che affidavano i propri rifiuti all’isola ecologica, in modo da ottenere così degli sconti sulla Tari (sconto che rimane comunque, ma che rappresenta un vantaggio extra e non più esclusivo). Da adesso il taglio riguarda la tassa sui rifiuti e coinvolge l’intera popolazione. La riduzione dipenderà dalla combinazione tra metri quadrati dell’immobile e numero di componenti del nucleo familiare. Un’abitazione di 90 metri qudrati senza garage, con 3 componenti, risparmia circa 45 euro; una famiglia di 4 persone che vive in una casa di 160 mq risparmierà circa 90 euro.

«Volendo semplificare al massimo ci saranno delle importanti riduzioni che andranno da 40 a 100 euro per famiglia – dichiara il primo cittadino Carlo Caputo –. All’arrivo delle cartelle di pagamento ci si renderà conto degli ottimi risultati che abbiamo raggiunto nell’ambito della gestione rifiuti e grazie ai quali possiamo ridurre la tassa per le singole utenze private. Lo scorso anno abbiamo fatto una nuova gara d’appalto della gestione rifiuti per sette anni, mettendo la parola fine alle proroghe di affidamento del servizio e smantellando da parte nostra quel sistema locale fallimentare legato alle società Ato. La nuova gestione – conclude il sindaco – ha garantito un servizio ancora più efficiente, che ci ha permesso di risparmiare 150.000 euro l’anno rispetto al passato e di arrivare in pochi mesi ad una percentuale del 68,92 di raccolta differenziata, diventando il primo comune in Sicilia. 

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Belpasso #carlo Caputo #immondizia #in evidenza #raccolta differenziata #rifiuti #spazzatura #tari