Una tragica fatalità non ha lasciato scampo al 55enne Gaetano Alessi Batù residente a Mascalucia

Sciagura sul lavoro questa mattina intorno alle 8:30 in un capannone di contrada pantano a Valcorrente, in territorio di Belpasso, dove un operaio di 55 anni è morto schiacciato da una lastra di pietra lavica. Si tratta di Gaetano Alessi Batù, residente a Mascalucia, morto mentre spostava insieme a un collega un lastrone, all’interno dello stabilimento dell’azienda (foto sopra), la Euro Pietre Industrie (la cui sede si trova non distante dal centro commerciale “Etnapolis”) che si occupa di lavorazione, taglio e commercio di pietra lavica, marmi e graniti. Appena si è verificato l’incidente i colleghi dell’operaio 55enne hanno chiamato immediatamente i soccorsi. Sul posto il 118, i Vigili del fuoco di Paternò, i Carabinieri della Stazione di Belpasso e della Compagnia di Paternò.

Gaetano Alessi Batù è morto sul colpo. Al medico intervenuto sul posto non è rimasto altro da fare che accertare il decesso. Nel giro di pochi minuti nell’impresa sono giunti i familiari dell’operaio. Scene di disperazione fra i congiunti e fra i colleghi di Alessi Batù, sotto choc per l’accaduto. Da quanto ricostruito, l’incidente sarebbe stato una tragica fatalità. Non emergerebbero responsabilità dirette, anche se l’inchiesta sarà chiamata ad accertare esattamente i fatti. La salma dello sfortunato lavoratore è stata consegnata ai familiari per i funerali.

Hashtags #Belpasso #decesso #Etnapolis #gaetano alessi batà #in evidenza #incidente #mortale #morto #operaio #pietra lavica #schiacciato #valcorrente