La giornata conclusiva si è svolta con toni sommessi, in segno di lutto per la scomparsa del giovane Ivan Pellegrino

Un unico comune denominatore, la festa della Madonna delle Grazie di Belpasso, che quest’anno è riuscita ad unire fede, tradizione, sapori di strada e musica dal vivo. La magia della tradizione si è infatti riaccesa nella cittadina etnea nei giorni di sabato 11 e domenica 12 Agosto grazie alla riproposizione dell’Anguriacciuga fest, tenutasi presso piazza Sant’Antonio. L’evento è stato sponsorizzato dalla parrocchia di S. Antonio insieme al comitato dei festeggiamenti della Madonna delle Grazie, dalla Pro Loco, dall’ARS e dal comune di Belpasso.

«Da sempre la festa della Madonna delle Grazie ha visto lungo i marciapiedi della via Roma venditori di acciughe ed angurie», ha spiegato Andrea Mio, membro attivo all’interno dell’organizzazione dell’intero evento.«A distanza di anni, oggi, abbiamo deciso di riprendere la tradizione trasformandola in evento. È stato bello vedere la gente interessata ed impegnata per la buona riuscita di queste due giornate. L’augurio è quello di organizzare altre edizioni dell’Anguriacciuga fest e di migliorarci negli anni». Nel corso delle due serate sono stati inoltre esposti all’interno degli stand presenti, anche prodotti di artigianato locale. Particolarmente interessanti la realizzazione di alcune sculture estemporanee di anguria.

Il giorno dell’inaugurazione ha avuto inizio con la sfilata dei carretti siciliani e si è conclusa con l’esibizione del gruppo Supernova. Diversamente è andata la giornata conclusiva del 12 agosto, a causa di un terribile incidente che ha scosso la comunità belpassese. In segno di lutto per la morte del giovane Ivan Pellegrino, vittima di un incidente stradale nei pressi del Rifugio Sapienza, il comitato volendo esprimere la propria vicinanza ai familiari, ha deciso di sospendere l’esibizione del gruppo InPinta.

Hashtags #anguriacciuga fest #Belpasso #in evidenza