Siglato questa mattina il verbale di consegna dei lavori. Tra massimo 5 mesi la riapertura

È stato siglato questa mattina nella piazzetta adiacente la parrocchia Santa Maria dell’Idria di Biancavilla, il verbale di consegna che da ufficialmente il via ai lavori di restauro di questa struttura ecclesiale pesantemente danneggiata dal violento sisma del 6 ottobre 2018. Presenti alla piccola cerimonia di avvio dei lavori, oltre all’attuale parroco Don Giovambattista Zappalà, anche l’ex parroco Salvatore Nicoletti che aveva avviato l’iter per l’ottenimento dei finanziamenti, l’ingegnere Piero Furnari e l’architetto Francesco Anfuso che cureranno l’aspetto tecnico del recupero della struttura e i rappresentanti della ditta I.Co.B di Siracusa che si è aggiudicata l’appalto.  Tra i presenti, anche il primo cittadino Antonio Bonanno e alcuni rappresentanti dell’amministrazione comunale.  «Sono partiti, ormai, i lavori alla chiesa Santa Maria dell’Idria grazie all’impegno della Diocesi e dell’Arcivescovo, Sua Eccellenza Salvatore Gristina» ha scritto su Facebook il sindaco. «Stamane, ho avuto l’onore di prendere parte all’avvio ufficiale. Siamo pronti a sostenere l’azione di Padre Giovambattista Zappalà che tanto ha lavorato per far sì che arrivasse questo giorno».

Un finanziamento di 150 mila euro, quello che interesserà l’Idria, cofinanziato dalla Conferenza Episcopale italiana e dall’Arcidiocesi di Catania attraverso il fondo dell’8×1000 destinato al restauro dei beni culturali ecclesiali, che permetterà di ripristinare la facciata del prospetto principale, quella laterale dove si affaccia la canonica e l’ufficio del parroco, di consolidare il campanile e l’interno della chiesa compresa la tinteggiatura dell’intera struttura. Il bando di gara, considerata la provenienza dei fondi, è stato interamente curato dagli uffici della diocesi di Catania. «Gratitudine e speranza» ha commentato Don Zappalà ad Yvii24. «Questi sono i due sentimenti che mi riempiono il cuore. Finalmente si apre uno spiraglio per uscire da questo disagio. Il tutto grazie all’Arcivescovo di Catania Salvatore Gristina e a Padre Salvatore Nicoletti che ha avviato l’iter per il raggiungimento di questo traguardo di oggi. La speranza è quella che con la riapertura della chiesa, si possa risollevare anche l’azione pastorale della parrocchia, oggi un po’ sofferente a causa della precarietà dei locali disponibili». Se tutto procederà secondo i tempi prestabiliti, i lavori dovrebbero essere consegnati nel giro di 5 mesi, anche se un cauto ottimismo farebbe pensare che già a Pasqua la chiesa potrebbe essere riconsegnata ai fedeli.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #8x1000 #avvio lavori #Biancavilla #Cei #giovambattista zappalà #idria #recupero terremoto #salvatore nicoletti #santa maria dell'idria #Ultime notizie