Ogni anno il servizio affidato a una cooperativa inizia a ottobre, canonicamente dopo san Placido. Ma adesso c’è un mese e mezzo di ritardo. L’amministrazione comunale: «Il servizio partirà martedì 19 novembre»

Alunni disabili delle materne, elementari e medie di Biancavilla, tutte di competenza comunale, ancora senza assistenza igienico-sanitaria e senza trasporto fino a scuola. Lo denuncia una mamma di uno studente disabile (della cui identità ci siamo accertati, ma manteniamo riservata) facendosi portavoce di tanti altri genitori. Ogni anno, l’assistenza nelle scuole (cambio pannolini, accompagnamento dell’alunno dall’esterno all’interno della scuola e negli spostamenti nei suoi locali, compreso anche l’accompagnamento ai servizi igienici) insieme al servizio trasporto, ha avuto inizio dopo la festa patronale di san Placido, quindi la prima settimana di ottobre.

Il sindaco Antonio Bonanno, incontrando i genitori a settembre, aveva assicurato loro che sarebbe stato così anche quest’anno. Passate le feste ottobrine, i genitori sono stati informati del fatto che il servizio sarebbe partito dopo le feste d’inizio novembre (“i morti”), ma anche queste sono trascorse senza che il servizio sia stato avviato. Notiamo che la prossima festa sul calendario è l’Immacolata Concezione, anche se i genitori si augurano che la situazione si sblocchi prima. Ad espletare il servizio di assistenza è, in genere, il personale di una cooperativa.

Secondo un orientamento derivante anche da sentenze di tribunale, le singole istituzioni scolastiche sono chiamate a garantire la presenza di collaboratori scolastici formati per l’assistenza igienica degli alunni con disabilità. Per questo personale c’è l’obbligo di frequentare un breve corso di aggiornamento ed è previsto un compenso aggiuntivo sullo stipendio. Inoltre ad assistere una bambina deve essere una donna e viceversa. In genere i comuni stanno ancora garantendo l’assistenza, anche perché le scuole non avrebbero personale formato, ma in futuro le scuole potrebbero farsi interamente carico del servizio.

In questo periodo in cui il servizio a Biancavilla non è ancora iniziato, sono i genitori degli studenti disabili a farsi carico dell’assistenza ai propri figli. Ma non tutti, ovviamente, possono farlo, e così dall’inizio dell’anno nelle scuole di competenza comunale vi sono alunni disabili che ne sono privi. Anche il mancato avvio del trasporto sta provocando non pochi disagi alle famiglie in cui vi è un alunno disabile.

Abbiamo chiesto all’amministrazione comunale un impegno ben preciso sull’avvio del servizio e tramite il portavoce del sindaco ci è stata recapitata la seguente dichiarazione, dalla quale si evince l’imminente inizio: «La nuova procedura di accreditamento delle cooperative ha allungato, in modo a nostro avviso inaccettabile, i tempi di erogazione del servizio. Una procedura allestita dal Distretto sanitario e che è stata portata a compimento dai nostri uffici assieme alla raccolta della documentazione necessaria, scuola per scuola.  A pagare i ritardi sono state le famiglie che hanno avuto la pazienza di attendere sino ad oggi. Il servizio partirà martedì prossimo 19 novembre».

Hashtags #assistenza igienico sanitaria disabili #Biancavilla #comune biancavilla #scuole #Ultime notizie