Denunciati tre pregiudicati biancavillesi con l’accusa di ricettazione in concorso, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale

I Carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno denunciato tre pregiudicati biancavillesi, P.P. di 25,  anni, P.M. di 21 anni e M.V. di 19 anni, poiché ritenuti responsabili di ricettazione in concorso, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. I tre, aveva preso di mira l’isola ecologica di via Della Montagna da dove erano stati trafugati numerosi bidoni contenenti complessivamente oltre 1.000 litri di gasolio, in uso alla ditta A.T.I. ambiente, nonché  degli accumulatori ed alcuni bidoni di olio per trazione.

La denuncia, presentata ai Carabinieri, ha consentito agli inquirenti di attivare alcuni servizi di osservazione che in più occasioni registravano il passaggio con brevissime soste dei tre malviventi nei pressi proprio dell’isola ecologica. Circostanze che hanno spinto gli investigatori, di comune accordo con i gestori dell’isola ecologica, ad inventarsi uno stratagemma per cercare di attirare l’interesse dei ladri, ponendo in bella vista dopo averli appositamente contrassegnati, alcuni bidoni di gasolio che, guarda caso, dopo alcuni giorni sono stati rubati.    

Avendo oramai la “quasi” certezza della responsabilità del trio circa i furti commessi in danno dell’isola ecologica, i militari,  superando la resistenza attiva opposta dai tre soggetti condita anche da minacce esplicite, hanno fatto scattare le perquisizioni nelle loro abitazioni (tutti e tre risiedono nella stessa palazzina), le autovetture, nonché nel garage in comune a tutto il caseggiato, rinvenendo e  sequestrando, oltre ai bidoni di gasolio contrassegnati, merce proveniente da altre razzie (soprattutto attrezzi da lavoro) che da una prima stima avrebbe un valore di oltre 10.000 euro. La refurtiva nei prossimi giorni, dopo una attenta catalogazione, sarà restituita agli aventi diritto.

Hashtags #Biancavilla #furto #Ultime notizie