Il rumeno riteneva che l’ex moglie avesse allacciato una nuova relazione sentimentale

I Carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno arrestato un rumeno di 40 anni, residente in città, in flagranza di reato di evazione. L’uomo, in particolare, già gravato dalla misura cautelare degli arresti domiciliari a seguito di un procedimento a suo carico per maltrattamenti in famiglia, aveva deciso di “intervenire” ancora una volta nei confronti della moglie ritenendo che la donna avesse allacciato una nuova relazione sentimentale e, pertanto, violando la misura detentiva ha lasciato al propria abitazione per recarsi  minacciosamente dalla donna la quale, intimorita, ha immediatamente avvisato i carabinieri.

L’uomo, riuscendo ad entrare all’interno dello stabile in cui è ubicato l’appartamento della donna ha iniziato a gridare, sulle scale condominiali, rivolgendole vibranti note di disappunto sul suo comportamento a suo dire troppo “emancipato”, per fortuna sedate sul nascere dai militari nel frattempo giunti sul posto. L’uomo, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere catanese di Piazza Lanza.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #arresto #Biancavilla #carabinieri #maltrattamenti #Ultime notizie