Da sostituire nelle commissioni i dimissionari Portale e Sapia. E così slitta pure l’avvicendamento sullo scranno della presidenza

Ingorgo istituzionale al Comune di Biancavilla, dove giovedì 25 febbraio torna in scena il Consiglio Comunale. Negli scorsi giorni si sono verificati due avvicendamenti in seno al gruppo di Forza Italia, nell’ambito di un accordo interno: Vincenzo Amato ha preso il posto di Fabrizio Portale; e Dino Caporlingua ha sostituito Daniele Sapia. Per Amato erano già pronti i “galloni” da capogruppo, ruolo che ha inaugurato con un duro attacco all’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Glorioso, che ha risposto per le rime.

Proprio la necessità di provvedere alla surroga all’interno delle commissioni consiliari di Portale e Sapia, ha imposto un “alt” alle annunciate dimissioni del Presidente del Consiglio Comunale Dino Furnari. Anche questo avvicendamento sarebbe concordato, ma, questo, sulla sponda delle forze che sostengono Glorioso. Sarebbero due le poltrone da occupare: la presidenza, per l’appunto, e un ruolo assessoriale, per le annunciate dimissioni dell’Assessore Grazia Ventura. A concorrere sono un PD (probabilmente Vincenzo Cantarella) e un esponente del gruppo “Biancavilla Città Attiva” (a cui appartiene Grazia Ventura): Vincenzo Mignemi o  Vincenzo Chisari. Il Presidente del Consiglio che verrà eletto, nell’ultimo scorcio di legislatura dovrebbe lasciare la carica al consigliere Giuseppe Pappalardo, eletto con la lista “Volare”, poi passato al PD.

Hashtags #Biancavilla #politica