L’operazione è stata portata a termine dal tempestivo intervento dei Carabinieri di Santa Maria di Licodia

I Carabinieri della Stazione di Santa Maria di Licodia hanno arrestato nella giornata di ieri, in flagranza di reato, il 52enne Giuseppe Musumeci di Misterbianco, con l’accusa di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale. A seguito di una segnalazione ricevuta al 112 che segnalava un furto in atto, una pattuglia della stazione licodiese è subito intervenuta in via Palmentiere a Biancavilla, individuando un furgone Fiat 35 con due individui a bordo che alla vista dei militari si è dato alla fuga. Ne è scaturito un concitato inseguimento per le vie del centro cittadino terminato dopo che i fuggitivi hanno intenzionalmente tamponato  in retromarcia l’autovettura di servizio tentando poi di fuggire a piedi. Nella circostanza  il conducente del mezzo è stato subito raggiunto e bloccato mentre il passeggero è riuscito a dileguarsi a piedi per le vie limitrofe. All’interno del furgone sono stati rinvenuti e sequestrati 250 kg di cavi di rame rubati durante la giornata in un tratto della linea ferroviaria Circumetnea. Le indagini sono ancora in corso al fine di identificare il fuggitivo. L’uomo, espletate le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Hashtags #arresto #Biancavilla #carabinieri #furto di rame #in evidenza #Santa Maria di Licodia