A poco più di un anno dall’elezione cadono come birilli i componenti dell’amministrazione in carica dal giugno 2018

Ha fatto fuori come birilli, uno dietro l’altro, tutti gli assessori della giunta con cui ha chiesto il voto ai biancavillesi e quelli presentati appena eletto: dell’amministrazione nominata poco più di un anno fa rimane in piedi – praticamente – solo Giulio Khalil, birillo dato praticamente già caduto, che, invece, resiste strenuamente al suo posto: ma mai dire mai! Parliamo, ovviamente,  del sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno il quale, dal mese di giugno del 2018, non ha più in giunta Giovanni Crispi (indicato in sede di elezione, ma mai entrato in carica) Antonio Mursia, Alfio Stissi e adesso Daniela Russo che si è dimessa oggi.

Di contro, ha già imbarcato Mario Amato, Vincenzo Amato,  Francesco Privitera e sta per far salire a bordo  una donna (solo perché imposto dalla legge): la più accreditata è la fedelissima Enrica Neri. Insomma un turnover continuo che non dà né continuità né stabilità all’amministrazione, spiazzando chi deve relazionarsi con l’ente. La giunta, nella sua interezza a 5 assessori, la scopriremo ormai fra poche ore, alle 18, quando nella sala consiliare giureranno i nuovi due assessori.

La nuova amministrazione dovrebbe essere formata da:
Antonio Bonanno, sindaco
Mario Amato, vicesindaco (Lavori pubblici e altro)
Vincenzo Amato (Servizi sociali e altro)
Giulio Khalil (Sport, spettacolo e altro)
Francesco Privitera (nella foto di destra)
Enrica Neri (nella foto di sinistra)
Vedremo se ci sarà anche una redistribuzione totale degli incarichi e se gli assessori già in carica manterranno le deleghe già detenute.

Intanto, l’assessore dimissionario Daniela Russo ha scritto una lettera di fine mandato. La pubblichiamo integralmente di seguito.

Ai miei concittadini e agli organi di stampa
Carissimi,
con grande onore e responsabilità, sin dal primo giorno del mio insediamento da Assessore alla Pubblica Istruzione, Protezione Civile, Pari Opportunità, Patrimonio, Cultura e Randagismo, ho condotto il mio mandato con alto senso delle istituzioni. Ho affrontato il compito con dedizione e sacrificio: orgogliosa di rappresentare gli interessi, i bisogni e le esigenze dei miei concittadini. Con determinazione e al tempo stesso con la sensibilità che mi caratterizza come donna, docente e cittadina, ho avuto la possibilità di amministrare assieme al Sindaco, apprezzandone le qualità di persona chiara, schietta, onesta, attiva e propositiva, e ai miei carissimi colleghi Assessori con i quali ho interagito in maniera sinergica e collaborativa, con quello spirito di squadra che ci ha dato la forza di non arrenderci di fronte ai momenti difficili e agli ineluttabili imprevisti.

Sono state tantissime le iniziative intraprese in ambito culturale, delle pari opportunità e della legalità coinvolgendo attivamente le Istituzioni Scolastiche, gli Enti Locali e le associazioni che hanno mostrato disponibilità a cooperare per il miglioramento della nostra società. Ho partecipato a diversi incontri nella Città Metropolitana, venendo così a contatto con la vita amministrativa di altri Comuni con cui ho intrapreso rapporti di conoscenza e preziose collaborazioni. Non voglio tralasciare il mio importante contributo in merito ai provvedimenti adottati circa il trasporto urbano ed extraurbano degli studenti, per venire incontro alle difficoltà economiche dell’Ente che diversamente non avrebbe potuto garantire più il servizio.

Il mio apporto relativamente alla spinosa e delicata questione del dimensionamento scolastico e il relativo riequilibrio dell’assetto. L’impegno ed il mio contributo nell’affrontare l’emergenza sisma del 6 ottobre scorso e  le complesse problematiche che ne sono derivate. Non posso non annoverare l’impulso decisivo alla risoluzione dell’annosa problematica relativa all’apertura dell’Asilo Nido Comunale per il quale mi sono profusa intercettando le linee di finanziamenti regionali che, a breve, consentiranno di offrire alla cittadinanza un nuovo servizio che concorre alla crescita formativa dei bambini, valorizza la centralità della famiglia e facilita la conciliazione da parte dei genitori del tempo destinato al lavoro e quello dedicato ai figli.

Massima attenzione è stata riposta sul fenomeno del randagismo: una problematica complessa che ho  affrontato trovando massimo supporto e competenza da parte del Comando dei Vigili Urbani, in particolare nella persona dell’Ispettore Alfredo Greco che, con la  preziosa collaborazione  dei giovani volontari “Dammi una zampa”, si è profuso per arginare il fenomeno. L’esperienza vissuta in quest’anno è stata molto arricchente dal punto di vista umano che professionale oltre che piena di soddisfazioni sul piano amministrativo.

Ed un grazie doveroso lo devo agli organi di stampa per la disponibilità e che con il loro lavoro hanno permesso di veicolare al meglio le informazioni. Oggi, rimetto il mio mandato da Assessore comunale nelle mani del Sindaco in segno di lealtà e coerenza con il mio gruppo politico di appartenenza, guidato dal Dott. Giuseppe Calaciura, nei confronti del quale nutro profonda stima e riconoscenza, che ha creduto tantissimo nella mia persona e nelle mie capacità e che ringrazio per il supporto offertomi. Un gruppo politico che ha un suo equilibrio e che ha la fortuna di poter mettere al servizio della città diverse eccellenze e professionalità.

Colgo ancora una volta l’occasione per ringraziare il Sindaco della stima e della fiducia accordatami e per avermi dato l’opportunità di vivere un’esperienza unica per l’intensità con cui l’ho vissuta. Ringrazio di cuore i colleghi Assessori, persone speciali che mi sono stati accanto con sincera amicizia, il Presidente del Consiglio e i Consiglieri comunali tutti. Un grazie infinito e accorato a tutti i Capi Area con i quali ho serenamente e attivamente collaborato e i dipendenti dei vari Uffici con cui ho avuto modo di lavorare, sempre disponibili e gentili, in maniera particolare all’Ufficio Pubblica Istruzione nella persona del Dott. Alfio Santangelo che ha seguito in maniera scrupolosa, puntuale e operativa tutte le progettazioni delle iniziative da me intraprese, all’ufficio di segretaria, all’Ufficio di Protezione Civile nella persona del Geom. Pinnale Paolo, per la sua enorme disponibilità e competenza oltre che allo spirito di abnegazione con cui ha affrontato le emergenze, supportato dal prezioso e valido aiuto del Comando dei Vigili Urbani e delle Associazioni di volontariato di Protezione Civile.

Un ringraziamento al deputato regionale Giuseppe Compagnone per il supporto politico e il contributo fattivo ad ogni richiesta e sollecitazione che gli ho sottoposto. Ringrazio soprattutto i miei elettori e tutti i concittadini che, con i loro incoraggiamenti, nei momenti più difficili hanno fatto sì che io potessi recuperare la forza necessaria a vincere le battaglie per rendere la nostra Biancavilla più viva e vivibile. Ringrazio i Dirigenti di tutte le Istituzioni Scolastiche ai quali ho dimostrato grande disponibilità al dialogo e al confronto, ampiamente corrisposti. Un grazie finale alle persone più importanti della mia vita: mia figlia, mio marito e la mia famiglia tutta senza il cui sostegno e la cui comprensione, non avrei potuto affrontare questa entusiasmante e impegnativa “avventura politica”.
Al primo cittadino e a tutta la giunta comunale, il mio personale augurio di un sincero Buon Lavoro.

Con stima,
Daniela Russo

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #amministrazione comunale #antonio bonanno #assessori #Biancavilla #giunta #sindaco #Ultime notizie