Multe salatissime per i trasgressori. Le Attività ristorative dovranno chiudere all’una di notte

Il sindaco Antonio Bonanno ha firmato, questo pomeriggio, un’ordinanza con la quale si disciplina l’attività di ristorazione, bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, oltre che l’attività di asporto ai chioschi e agli automezzi attrezzati ed autorizzati sul territorio comunale per la vendita di panini.
Si legge nell’ordinanza: “Considerato che è, pertanto, indispensabile porre rimedio a situazioni che interferiscono negativamente sulla serena convivenza della cittadinanza, creando pregiudizio e danni nei confronti delle persone e delle cose e, in particolare, dell’incolumità pubblica, della sicurezza dei cittadini, del decoro e della vivibilità urbana, con particolare riferimento alle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti onde scongiurare disagi psicofisici dovuti all’allarme ed insicurezza nella popolazione, è fatto divieto in tutto il territorio comunale di porre in essere comportamenti, che sono fonti e causa, sia in via diretta e spontanea o in via mediata, di fatti e situazioni quali schiamazzi, rumori molesti e chiassosi”. 

L’ordinanza firmata oggi, è valida tutti i giorni, sabato e domenica compresi, dalle ore 23:00 alle ore 8:00 del mattino. “La violazione della presente ordinanza” continua il testo “è punita con la sanzione amministrativa da euro 25,00 ad euro 500,00, ai sensi dell’art. 7 bis del D.l.gs 267/2000 e secondo le modalità di cui alla legge 689/1981. I titolari di pubblici esercizi sono passibili di contestazioni per la condotta dei propri clienti. In caso di accertato o reiterato disturbo alla quiete pubblica, il Sindaco si riserva di adottare tutte le iniziative utili alla tutela del benessere dei cittadini, compresa la chiusura dell’attività commerciale.  Gli orari di apertura dei pubblici esercizi di ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie, oltre che l’attività di asporto ai chioschi – non potranno superare le ore 1:00, con divieto di apertura sino alle 6:00. I distributori automatici di alimenti e bevande, parimenti, saranno chiusi nella medesima fascia oraria. E’ ammessa l’amplificazione vocale e strumentale; le esecuzioni musicali devono cessare alle ore 24  di ogni giorno”.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #antonio bonanno #movida #ordinanza #Ultime notizie