È l’Associazione Symmachia ad aver avanzato la candidatura. Per il sodalizio potrebbe diventare un centro giovanile, artistico, culturale

Sarà la chiesa “Immacolata alla Badia”, per Biancavilla, a concorrere all’ottenimento del finanziamento per la ristrutturazione con i fondi (150 milioni in tutto) stanziati nell’ambito dell’iniziativa bellezza@governo, che si pone l’obiettivo del recupero dei luoghi culturali dimenticati. La segnalazione, che scade oggi, 31 maggio, è stata effettuata dall’Associazione Symmachia. Tutti i cittadini possono inviare all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it l’indicazione di un luogo pubblico, che sta loro a cuore, da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare.
Una commissione ad hoc stabilirà a quali progetti assegnare le risorse. Il relativo decreto di stanziamento sarà emanato il 10 agosto 2016.

 

La “Badia”, realizzata nella seconda metà del ‘700, è in cattivo stato di conservazione da decenni e precisamente dal 1970 quando venne giù il tetto.
Per Symmachia potrebbe diventare un centro giovanile, artistico, culturale in pieno centro storico, un luogo in cui poter fare attività ed iniziative di vario genere. L’associazione ha chiesto anche all’amministrazione comunale di accogliere la proposta e la giunta biancavillese ha deliberato, in tal senso, nel pomeriggio.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #badia #bellezza@governo.it #Biancavilla #chiesa immacolata alla badia #in evidenza #symmachia