Lettera aperta del direttore di Yvii24 Pietro Nicosia al presidente del Consiglio comunale di Biancavilla, Marco Cantarella, sull’archivio video delle sedute consiliari

Gentile presidente del Consiglio Comunale di Biancavilla, Marco Cantarella,
dopo aver ascoltato, al telefono o tramite intervista, alcuni dei protagonisti diretti o indiretti dell’ultima seduta consiliare di Biancavilla (datata 29 ottobre scorso), mosso dalla curiosità, ho provato a rivedere la riunione sul canale Youtube del comune. Ero certo, dopo la sua replica al nostro articolo sulle dirette streaming e sull’archivio video delle sedute, che da questa riunione in poi “chi di competenza” avrebbe provveduto a caricare sul canale intanto l’ultima seduta e, via via, le precedenti, sino a rendere disponibili on line tutte le riunioni consiliari celebrate dall’insediamento del consiglio eletto nel mese di giugno del 2018, che lei presiede.

Con enorme meraviglia, non trovo l’ultima seduta, né – ovviamente – le precedenti: sul canale YT del Comune di Biancavilla, del Consiglio comunale in carica vi sono appena sei sedute. Mi sarebbe piaciuto, dell’ultima riunione, rivedere l’assessore Amato che al telefono, un mio interlocutore, mi ha descritto come “lo sceriffo” che si è assunto in aula, con atteggiamento paternalistico, ogni responsabilità sull’intitolazione della cappella del cimitero a san Placido, “sollevando” sindaco, assessori e consiglieri.

Lei ha scritto, nella nota di replica all’articolo citato sopra, di aver chiesto agli uffici competenti «che le sedute vengano inserite già all’indomani della seduta senza ulteriori tempi differiti», non ottenendo alcun effetto. Gentile presidente le cose, allora, sono due: o lei non gode di alcuna autorevolezza all’interno del palazzo Comunale, visto che gli uffici non la ascoltano; oppure – come io credo – lei non vuol lasciare alcuna traccia delle sedute consiliari perché, magari, in futuro certe dichiarazioni e certi atteggiamenti degni del “dittatore dello stato libero di Bananas” potranno risultare controproducenti per l’attuale maggioranza consiliare.

Le rammento che una realtà come Biancavilla è storicamente abituata a rivedere in tv, poi al pc, le sedute consiliari: avveniva nella stagione d’oro delle emittenti locali, quando le riunioni si riascoltavano l’indomani in tv. Mi ricordo di aver condotto, nel 1994, un epico confronto fra due aspiranti sindaco, Pietro Manna e Mario Cantarella, in cui uno degli argomenti della campagna elettorale era la ripresa e la messa in onda televisiva delle sedute consiliari. È avvenuto in tempi più recenti con le dirette streaming e, soprattutto, con l’archivio sul canale Youtube del comune, preziosissimo strumento per cittadini, anzitutto, e addetti ai lavori (politici e giornalisti).

Francamente ci appare incomprensibile quale sia la difficoltà del caricamento di una seduta on line su YT, anche perché sino alla precedente consiliatura ciò avveniva regolarmente. Mi auguro che non sia costretto ad attendere 30 anni per rivedere l’ultima riunione del Consiglio comunale. E, comunque, se non ci fosse nemmeno un dipendente comunale disponibile, potrebbe provvedere lei stesso, gentile presidente, ad eseguire l’operazione: ottenuto il file, l’upload è uno scherzo da bambini. Ma per farlo, è necessaria la volontà.
Cordiali saluti.

Pietro Nicosia
Direttore Yvii24

 

 

Hashtags #archivio #Biancavilla #Consiglio Comunale #diretta streaming #marco cantarella #sedute #Ultime notizie