Dopo l’intervento dell’avvocato Andrea Ingiulla, replica l’assessore all’Urbanistica

Botta e risposta fra l’ex consigliere ed amministratore biancavillese, Andrea Ingiulla, e l’amministrazione comunale in carica presieduta dal sindaco Antonio Bonanno. Ingiulla in una nota pubblicata ieri su Yvii24 (rileggi l’articolo) si era chiesto provocatoriamente che fine avesse fatto il Piano regolatore generale di Biancavilla. Replica l’assessore all’Urbanistica Mario Amato, sottolineando che il Prg segue il normale iter. Di seguito la risposta di Amato.

Ritengo opportuno, in qualità di assessore al ramo, intervenire sulla questione Piano Regolatore Generale. Intendo tranquillizzare chi con provocatoria meraviglia si domanda che fine abbia fatto il Prg: lo strumento urbanistico ha seguito il normale iter procedurale e burocratico che impone la legge. L’amministrazione Bonanno se n’è occupata sin dal suo primo giorno d’insediamento. Lo conferma una fitta corrispondenza avuta con la Regione e, soprattutto, gli stessi atti prodotti da amministrazione ed uffici.

Nel dettaglio, al nostro insediamento abbiamo immediatamente presentato alla Regione siciliana il Prg adottato dal Commissario; ci siamo attivati per ottenere il Via/Vas che abbiamo ottenuto ed integrato al Prg, inviandolo nuovamente a Palermo; a luglio la Regione ci ha chiesto ulteriori chiarimenti che abbiamo inoltrato qualche settimana più tardi. Il Prg attende, adesso, di essere approvato dalla Regione al massimo entro 270 giorni così come disposto dai termini di legge. Ecco, dunque, qual è lo stato dell’arte. In pochi mesi abbiamo sbloccato un inter che era fermo da anni. Un lavoro, per nulla nascosto, che abbiamo reso di dominio pubblico in questi mesi con comunicazioni ed interventi.

Mario Amato
Assessore all’Urbanistica del Comune di Biancavilla

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #andrea ingiulla #Biancavilla #mario amato #piano regolatore generale #prg #Ultime notizie