Il primo cittadino scrive che il pronto soccorso del “Maria Santissima Addolorata” verrà destinato solo ai malati covid. Ma l’Asp replica: «Nessuna disposizione di chiusura del Pronto Soccorso»

Ha bollato ogni notizia sgradita come fake-news ed i principali destinatari di una campagna denigratoria, volta a screditare gli articoli che non gli son piaciuti semplicemente perché hanno sollevato le inefficienze dell’amministrazione che guida, siamo stati noi di Yvii24. Adesso ci casca proprio lui: il sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno ha, infatti, rilanciato una fake-news a proposito del pronto soccorso dell’ospedale cittadino “Maria Santissima Addolorata” che, come Bonanno ha scritto in un post Facebook, sarebbe stato destinato solo ai malati covid.

Ha scritto Bonanno: «È accaduto un fatto gravissimo. Ho appreso come tutti voi che il Pronto soccorso è stato destinato solo a coloro i quali avvertono sintomi da Covid 19. È un fatto inaccettabile! E lo è perché decisioni così importanti vanno concordate e non impiattate senza alcun confronto. Una mancanza di rispetto assoluto nei riguardi della città!»

A smentire clamorosamente il sindaco, è l’Asp di Catania che, in una nota, scrive: «Non è stata data nessuna disposizione di chiusura del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Biancavilla. Nella sera di ieri, con nota della Direzione Sanitaria, si è ritenuto di dare una indicazione temporanea, alla Centrale Operativa 118, in ordine alla differenziazione degli accessi. La stessa nota non prevedeva alcuna chiusura del Pronto Soccorso ai cittadini che necessitano di assistenza. Ciò premesso, si rassicurano ulteriormente gli utenti e i rappresentanti istituzionali che il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Biancavilla è attivo e operativo, assicurando ai cittadini l’assistenza necessaria, in sicurezza e con procedure dedicate sia ai percorsi Covid, sia ai percorsi no-Covid».

Il sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno mostra, ancora una volta, tutta la sua inadeguatezza rispetto al ruolo che ricopre. Prima di azionare i polpastrelli sulla tastiera e scrivere come un qualsiasi “leone” accecato dalla furia social, il primo cittadino biancavillese avrebbe dovuto prendere il telefono e chiedere conferme all’Asp. E, invece, no! Bonanno ha rilanciato una notizia infondata, che ha creato solo un ingiustificato allarme nella città di cui è sindaco.

Se un comportamento simile non è tollerato dall’ultimo degli utenti Facebook, figuriamoci da un sindaco che rappresenta le Istituzioni e che, come tale, dovrebbe essere molto cauto nel rilanciare notizie non confermate sulla sanità, in un periodo in cui è in corso una pandemia mondiale, che hanno letteralmente gettato nel panico i biancavillesi. Insomma, caro sindaco: la prossima volta conti da uno a dieci prima di azionare i polpastrelli. Si accontenti di essere una mammola e non un leone da tastiera!

AGGIORNAMENTO

Il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, nel pomeriggio ha diramato sul proprio profilo social un video nel quale ha illustrato la situazione che riguarda l’emergenza covid e la funzionalità dell’ospedale, acompagnandola con il seguente post: “Il Pronto Soccorso torna alle sue funzioni, pronto ad assistere le emergenze. Ma la curva epidemiologica, purtroppo, cresce e nei prossimi giorni dovremo farci trovare pronti nel far fronte a qualunque altra emergenza.”

Nel video il primo cittadino dichiara fra le altre cose: “La situazione al pronto soccorso di Biancavilla si è ristabilita, ieri era stato emanato un provvedimento che oggi è stato rivisto. Il pronto soccorso tratterà quelle che sono le problematiche e le urgenze sanitarie dei nostri concittadini”.

Questo l’intero video

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #antonio bonanno #asp #asp 3 catania #Biancavilla #maria santissima addolorata #ospedale #pronto soccorso #Ultime notizie