L’inciviltà non si arresta nemmeno davanti ad una pandemia. Intanto i cittadini chiedono la bonifica e la sorveglianza del territorio

Nonostante l’emergenza sanitaria in atto a seguito della pandemia da Coronavirus e il conseguente lockdown dettato dal Governo centrale per contenere la diffusione da Coronavirus, non accenna ad arrestarsi a Biancavilla l’inciviltà di chi preferisce abbandonare rifiuti sul ciglio di strade secondarie o riempire fossati di terreni incolti con sacchi neri di immondizia. È questo lo scenario raccontato da due distinti cittadini, che tra lo scorso fine settimana e la giornata di ieri hanno inviato alla nostra redazione le foto della microdiscarica presente in via dei Pini, strada secondaria che collega con Adrano, il call center e via dei Mandorli. Scrive un cittadino ad Yvii24, “volevo segnalarvi un’emergenza altrettanto importante e da non sottovalutare. In via dei Pini a Biancavilla è un crescendo di inciviltà e inquinamento ambientale “, mentre un’altro lettore dice “vorrei chiedervi aiuto per denunciare lo stato di abbandono e il degrado della stradina via dei Pini che è diventata una DISCARICA!!! Gente, senza pudore, anche davanti a te, si ferma per buttare la spazzatura.”

Una situazione annosa, quella delle discariche su questo tratto di strada, dove nell’impunità continuano ad agire gli incivili di turno. Un’azione di bonifica quanto mai necessaria è richiesta oggi, considerato che non conoscendo la provenienza di tali rifiuti, gli stessi potrebbero contenere elementi contaminati da Sars-Cov2. In virtù dell’emergenza in atto, infatti, anche il trattamento dei rifiuti provenienti da persone in isolamento o affette da Covid-19 devono seguire delle linee di stoccaggio differenti dai normali rifiuti domestici, secondo protocolli definiti dalla Regione Siciliana.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Biancavilla #discariche #spazzatura #Ultime notizie #via dei pini