Scaduto il termine per la selezione relativa all’ufficio di staff

È scaduto oggi a mezzogiorno il termine di presentazione della domanda per la selezione pubblica per il conferimento di un incarico di collaborazione per l’ufficio di staff del sindaco di Biancavilla. La questione, negli ultimi giorni, ha acceso gli animi in città, con le opposizioni andate all’attacco dell’amministrazione comunale.
Alla chiusura dei termini, il sindaco, Antonio Bonanno, ha diramato una nota. Un altro documento è stato scritto ieri dai consiglieri Vincenzo Chisari e Carmelo Mignemi. Li pubblichiamo entrambi di seguito.

Dichiarazione del sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno
Intendo tranquillizzare chi ha alimentato in questi giorni un clima di sospetto e illazioni, che tra i curricula giunti a proposito del componente (a tempo) dello staff del Sindaco, non vi è quello di qualche mio ex assessore o personaggio politico a me riconducibile (semmai, ne è giunto qualcuno dalla parte politica avversa evidentemente avvezza a ricevere incarichi del genere).

Eppure, è bastata una semplice voce per scatenare un pettegolezzo violento e volgare che, ancora una volta, mirava a creare confusione in città. Vorrei chiedere: “A quale scopo?”. Lo scopo, lo dico ai miei concittadini, è essenzialmente il voler strumentalizzare a tutti i costi ogni azione fatta dal Sindaco; il far passare l’insinuazione come verità assoluta. E ognuno lo fa per i suoi interessi.

E’ legittimo, però, che sia io stesso a spiegare ai miei concittadini. Non è certo ai consiglieri Vincenzo Chisari e Carmelo Mignemi, che mi hanno rivolto accuse personali e infamanti che devo rispondere. A loro che, negli anni passati, hanno camminato col prosciutto ben saldo sugli occhi avallando la qualunque, non devo alcunché: quanto meno perché nella loro veste istituzionale, che da sindaco ho il dovere di rispettare, hanno attaccato il sottoscritto meschinamente mettendo in dubbio persino la mia moralità. Ebbene, proprio loro non hanno titoli per impartire lezioni di moralità.

Mi fa riflettere, tuttavia, che non abbiano messo lo stesso impegno a favore di idee per la città, vedi la loro assenza quando si è trattato il Prg in consiglio, così come lo hanno fatto per mettere in piedi una polemica così stucchevole. Il ruolo all’interno dello staff del Sindaco è un incarico di collaborazione a tempo (12 mesi), con un’indennità ridimensionata (siamo addirittura ben sotto la soglia del Reddito di cittadinanza), e per l’arco limitato di circa 6 ore alla settimana; non certo un “posto di lavoro” o la risposta al precariato così come hanno voluto far credere prendendo ulteriormente in giro i biancavillesi.

Un ruolo che all’interno della macchina burocratica ritengo, oggi, necessario e che varrà da esperimento per un anno. Ma mi è toccato anche ascoltare l’ipocrisia di chi negli scorsi anni ha ricevuto incarichi simili a proposito, ad esempio, della regolamentazione dell’Area artigianale i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti. A chi ha la memoria corta, dico che io – per fortuna – ricordo tutto. E ricordo anche molto bene.

Nel recente passato, di incarichi ne sono stati distribuiti un numero notevole e quando in assise ho proposto proprio ai consiglieri di minoranza di verificare assieme quali risultati siano stati raggiunti negli ultimi anni, non è arrivata alcuna risposta. Nei prossimi giorni, vagliati tutti i curricula giunti, mi riserverò di prendere una decisione nel merito. Non c’è nulla di nascosto, nulla di torbido. Personalmente, posso affermare con orgoglio che la mia amministrazione ha ridotto nettamente la distribuzione degli incarichi e dunque della spesa: con un costo della politica che è il più basso di sempre. E’ un fatto. Sul quale sono pronto, carte alla mano, a qualsiasi confronto.

Dichiarazione dei consiglieri comunali Vincenzo Chisari e Carmelo Mignemi

Scade la selezione dei diplomati per lo Staff del Sindaco e, ad oggi, il sindaco Antonio Bonanno tace, non informa i cittadini di questa opportunità di lavoro. A questo punto ci chiediamo: perché? Perché il Sindaco degli slogan e dei selfie, sempre a favore di telecamere, questa volta non ha detto una sola parola ai suoi concittadini? Il silenzio assordante del sindaco Bonanno fa male, perché ha il sapore di una beffa nei confronti di quei tanti cittadini che vivono un periodo difficile e precario dal punto di vista lavorativo. Pensiamo a quei giovani che avrebbero potuto avere una possibilità di lavoro al Comune.

Invece, su questo bando c’è uno scandaloso silenzio: non c’è traccia di un comunicato del Portavoce del Sindaco, pagato dai cittadini, non c’è una comunicazione sui profili social del Comune, dove di solito viene pubblicato di tutto, né un manifesto o un passaggio sui giornali e le tv locali. Il sindaco Bonanno è ancora in tempo per rimediare, non è necessario che risponda a noi. Ciò che conta è che domani mattina prenda carta e penna e faccia una proroga dei termini di partecipazione e informi i suoi concittadini che non meritano di essere sacrificati con un silenzio politico che rischio di generare tra la gente un’ombra pesante sulle selezioni pubbliche che, al contrario, meritano una ampia trasparenza.

Hashtags #antonio bonanno #Biancavilla #carmelo mignemi #sindaco #ufficio di staff #Ultime notizie #vincenzo chisari