L’Autorità garante ha promosso e finanziato una progetto nazionale, chiamato “Bonus a sapersi”, con incontri previsti in 75 capoluoghi di provincia

Le famiglie che versano in condizioni disagiate possono risparmiare sulle bollette di luce e gas. Recependo le direttive europee, il governo ha dato disposizione all’Autorità per l’energia elettrica ed il gas, in collaborazione con i Comuni, di rendere operativo il cosiddetto bonus sulle bollette energetiche, riservato, sin dal 2007, alle famiglie numerose o che versano in condizioni di disagio fisico o economico. Nonostante sia possibile fruire di questo beneficio ormai da parecchi anni, per la mancanza di un’informazione diffusa, sono ancora poche, poco più di un terzo, le famiglie che fruiscono del bonus; sicuramente pochissime rispetto a quelle che, potenzialmente, potrebbero averne diritto.

Per questo motivo si sono messe in moto le associazioni dei consumatori, per svolgere un’ampia attività informativa, rivolta soprattutto ai Servizi Sociali dei Comuni, agli operatori di CAF e patronati, nonché alle associazioni di volontariato e di assistenza, ai quali, spesso, si rivolgono, in cerca d’aiuto, le famiglie bisognose.
L’Autorità garante ha promosso e finanziato un progetto nazionale, chiamato “Bonus a sapersi”, con incontri previsti in 75 capoluoghi di provincia. In quest’ambito, giovedì 20 ottobre, alle ore 16, a Catania, nella sede dell’Assessorato al Welfare e ai Servizi sociali, in via Dusmet 141, in collaborazione con lo stesso Assessorato, l’Adiconsum, la Federconsumatori e l’Assoutenti di Catania terranno un seminario informativo e formativo, per diffondere, agli addetti ai lavori, elementi per un’opera di divulgazione e per una corretta erogazione del Bonus Energia agli aventi diritto.

Interverranno: Angelo Villari, assessore al Welfare del Comune di Catania; Salvo Nicosia, presidente provinciale della Federconsumatori; Emanuele Bonomo e Vincenzo Romeo, rispettivamente presidente di Adiconsum Catania e Adiconsum Sicilia; Carmen Ferro, presidente di Assoutenti Catania. Il momento formativo sarà a cura di Alessandro Maiocchi, responsabile del Centro studi di Adiconsum Sicilia; il coordinamento dell’evento è a cura di Maria Giuffrida, segretaria generale d’amministrazione di Federconsumatori Etna Sud.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Catania #in evidenza