L’uomo aveva sottratto preziosi da un’abitazione di Maletto. Ad incastrarlo le impronte digitali lasciate

Un brontese di 25 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Maniace e dai colleghi del nucleo radiomobile di Randazzo, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Catania, in quanto ritenuto responsabile di un furto di gioielli commesso in un’abitazione di Maniace. L’uomo, Gianluca Longhitano, già noto alle forze dell’ordine e sottoposto alla misura dell’avviso orale, è stato incastrato dalle impronte lasciate nella casa che aveva svaligiato.

I fatti si riferiscono all’agosto del 2014 ed hanno visto in campo i Carabinieri di Maniace che, rilevate le impronte, le hanno sottoposte al Ris che ha accertato che appartenevano a Longhitano. L’uomo sarebbe, dunque, l’autore del furto, probabilmente in concorso con altre persone. Il 25enne è stato rinchiuso nel carcere catanese di Catania Piazza Lanza.

Hashtags #Bronte #cronaca #furto #Gianluca Longhitano