L’uomo, un 32enne, ha pure postato sui social una foto e il numero telefonico della ragazza come un annuncio erotico

I Carabinieri della Stazione di Bronte hanno arrestato
un 32enne di Biancavilla, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip. del Tribunale di
Catania per diffamazione, violenza privata e atti
persecutori nei confronti dell’ex fidanzata. Uno degli ultimi messaggi minacciosi mandati dal 32enne, che non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale, l’ha postato su un noto social network: Sto Arrivando! con allegata la cartina della città di Bronte e la propria posizione.

Alla fine della relazione sono iniziate le telefonate e i messaggi. Poi l’uomo è passato alle vie di fatto iniziando una serie di appostamenti e pedinamenti, seguendo la donna anche nei locali pubblici frequentati, costringendola persino a trovare rifugio, in un’occasione, all’interno della caserma dei Carabinieri di Bronte. Non contento di ciò, l’uomo ha pubblicato su una piattaforma social la foto della donna in atteggiamenti intimi e il numero di telefono, facendo in modo che sembrasse un’inserzione erotica; la ragazza a quel punto è stata tempestata di telefonate di persone interessate al finto annuncio.

Questi sono solo alcuni degli episodi che hanno condizionato la vita della donna, da tre mesi a questa parte, e che sono stati accertati in seguito alle indagini da parte dei militari di Bronte, e sulle cui risultanze investigative l’autorità giudiziaria ha concordato ritenendo necessaria una misura cautelare.  L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Hashtags #32enne #arresto #Biancavilla #biancavillese #Bronte #ex #fidanzata #in evidenza #minacce #persecuzione #stalking