Il sindaco Firrarello chiede attenzione per le “Residenze per anziani”

Sono 14 i deceduti con il covid a Bronte. Lo sottolinea il sindaco Pino Firrarello che, nel dare i dati della curva del contagio, malinconicamente ha informato la città sui decessi. «Nell’allineamento dei dati tra l’attività di screening portata avanti dall’Usca ed i nostri Uffici, – afferma il sindaco dalla stanza dove sta trascorrendo la quarantena essendo anch’egli risultato positivo al covid – risultano ad oggi 359 positivi, di cui 5 ricoverati, mentre 628 sono i concittadini posti in isolamento fiduciario.

Se possiamo gioire per i 51 brontesi ristabiliti, registriamo 14 defunti positivi al Covid dall’inizio della pandemia ci stringiamo in preghiera attorno al dolore delle famiglie, con il cuore colmo di tristezza. Abbiamo chiesto alle Autorità Sanitarie particolare attenzione per le nostre “Residenze per anziani” messe alla prova da questo terribile mostro. Faremo, inoltre, quanto necessario affinché gli eroi che stanno affrontando questa battaglia, operatori e residenti, possano presto guarire e tornare alla normalità».

E 4 morti sono tanti se consideriamo che il primo è stato segnalato l’8 novembre e che fino a venerdì 13 erano appena in 4 ad aver perso la vita.  Dal 14 ad oggi ben 10 deceduti. Una grande tristezza ed un profondo dolore che non si attenua nel constatare che si trattava di persone particolarmente anziane che già soffrivano per altre patologie. Alcuni di loro sono morti in ospedale, altri in casa essendo pazienti oncologici e 4 nella Casa di Riposo San Vincenzo De Paoli.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Bronte #covid #decessi #Ultime notizie