Il Paternò che ha conquistato la Serie D – immagine concessa dal Paternò Calcio

Classifiche cristallizzate: il Palermo va in C. I rossazzurri conquistano con merito la quarta serie dove troveranno il Biancavilla

Lo champagne, o meglio il prosecco, giusto per preservare il made in Italy in questo periodo storico assurdo quanto difficile, era già in fresco da qualche settimana, ma solo venerdì il Paternò ha potuto festeggiare ufficialmente, e con merito, la tanta attesa promozione in Serie D, in seguito alla cristallizzazione dei vari campionati dilettantistici, dichiarati ormai definitivamente conclusi a causa dell’emergenza Covid19.

La società paternese, dunque, è stata proclamata regina del girone B di Eccellenza, riuscendo anche a stabilire un record importante: gli etnei sono l’unica squadra, dalla Serie A fino ad arrivare alla terza categoria, ad aver mantenuto l’imbattibilità, aggiungendo a questo particolare traguardo, anche quello della miglior difesa italiana: 60 gol fatti ed appena 8 subiti sono numeri importanti, che descrivono alla perfezione il cammino intrapreso, da luglio fino a marzo, dagli uomini di patron Mazzamuto.

Cinquantanove i punti in classifica a sette lunghezze dal Città di Sant’Agata, prima che l’emergenza Covid19 gettasse nella paura e nello sconforto l’Italia intera. Un percorso, cominciato già nella scorsa stagione, che trova la degna conclusione regalando ai numerosi tifosi che ogni domenica riempiono il Falcone-Borsellino, la gioia di riassaporare la massima competizione dilettantistica nazionale. E proprio la Serie D, quest’anno, è stata il banco di prova della neopromossa Biancavilla che chiude al decimo posto riuscendo, pur con qualche difficoltà a mantenere salda la categoria.

Dopo un avvio di stagione straordinario, che ha portato i gialloblù ad eliminare il Palermo al Renzo Barbera, nei sedicesimi di finale di Coppa Italia, in una giornata che rimarrà impressa nella memoria e nei cuori dei tifosi biancavillesi, il passaggio del testimone in panchina che ha visto Mascara prendere il posto di Pidatella, lo stravolgimento dell’assetto societario, ed il mercato dicembrino hanno trasformato la stagione dell’undici etneo, ritrovatosi a fare i conti con un campionato tosto, arcigno e tutt’altro che semplice. La Serie D saluta il Palermo che vola in C per ambire a riconquistare il posto che merita la quinta città d’Italia.

L’obiettivo stagionale, essendo il Biancavilla una neopromossa, non poteva che essere quello di ottenere una tranquilla salvezza, sperando che in futuro, le forze imprenditoriali locali, possano contribuire alla causa, così come espresso dalla stessa dirigenza biancavillese attraverso i canali social ufficiali. L’emergenza Covid19 ha costretto tutti a fermarsi per qualche mese, ed il calcio, ovviamente, non è stato risparmiato da tutto questo. Non resta che aspettare che la tempesta passi, per poter ricominciare a riempire le tribune degli stadi, ed emozionarsi ancora, tutti insieme. Senza più distanze.

Il Paternò Calcio, nella persona del presidente Ivan Mazzamuto, ed il sindaco della città, Nino Naso, hanno deciso congiuntamente di annullare la manifestazione indetta per la conquista della Serie D, inizialmente prevista per domani martedì 16 giugno alle ore 20:30 in Piazza Umberto, a causa della prematura scomparsa di Giuseppe Beato, padre di un giovane calciatore rossoazzurro.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #calcio #Paternò #serie D #Ultime notizie