Così il tecnico che ritorna sulla panchina rossoazzurra: «Noi non dobbiamo sentirci forti, dobbiamo essere forti»

La sala stampa del Falcone Borsellino di Paternò, ha aperto le porte al nuovo allenatore rossoazzurro Orazio Pidatella. Presentato in conferenza alla presenza di giornalisti e tifosi e del diesse Anthony Vella. Classe 70  per il nuovo tecnico è un ritorno, a Paternò, gradito alla tifoseria. A lui dunque le redini della squadra reduce da una bruciante sconfitta, sabato scorso contro il Citta di Messina.
«Sono qua per fare, con il supporto della società, dei ragazzi, dei tifosi. Bisogna rimboccarsi le maniche e  dare sempre il massimo. Sempre!». Queste le prime parole del mister che ha poi aggiunto: «Noi non dobbiamo sentirci forti, dobbiamo essere forti. Vogliamo essere persone umili. Le persone da battere siamo noi stessi. Bisogna ritrovare la consapevolezza dei nostri mezzi;  ci vuole fame, cattiveria, componenti che sicuramente dobbiamo mettere in campo dal primo giorno. C’è una piazza affamata e motivata. Ho degli uomini importanti che sono convinto nei momenti difficili sapranno fare la differenza.  L’aspetto mentale è quello più importante, determinante. Cerchiamo la disponibilità dei giocatori. Vogliamo lottare – ha concluso Pidatella – siamo qua per questo».
Definito anche l’assetto dello staff tecnico. Ad  affiancare il tecnico sono Gianluca Russo, Maurizio Bonfatto e Gianluca Arciprete.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #allenatore #calcio. paternò #in evidenza #mister #orazio pidatella