Dall’Eccellenza alla Prima Categoria, senza dimenticare la Promozione e le Coppe: riviviamo il cammino delle formazioni etnee

Un’altra stagione calcistica sta per eclissarsi e portare via con sé tutte le emozioni che è stata in grado di regalare. Dall’immensa gioia per una promozione ottenuta, ad una salvezza ottenuta in extremis, fino ad arrivare ad una retrocessione che nessuno si augurava. Tante le storie che si sono intrecciate da agosto ad oggi, parecchi colpi di scena hanno contribuito ad infiammare i palcoscenici del calcio dilettantistico. Riviviamo insieme le tappe di una stagione che sta per concludersi.

ECCELLENZAFa festa il Palazzolo, laureatosi campione del girone B, e dunque prossimo ad affrontare la Serie D. Acireale e San Pio sono pronte a sfidarsi per poter coronare ancora il sogno di centrare il salto di categoria: le due società si sfideranno infatti, nella finale playoff di girone, dopo aver battuto rispettivamente Città di Sant’Agata e Milazzo. Retrocedono in Promozione Pistunina, Belpasso, Torregrotta e Sporting Viangrande, con quest’ultimo costretto a cedere al Rocca di Caprileone nella finale playout.

CALCIO BIANCAVILLA – Dall’immensa soddisfazione di una promozione in Eccellenza ottenuta nella scorsa stagione con ben sei turni d’anticipo, al dover fare i conti con un campionato tutt’altro che semplice ed a fronteggiare difficoltà che, per un momento, hanno fatto tremare le gambe al popolo biancavillese. Una salvezza ottenuta proprio nell’ultimo turno del girone B, grazie all’1-0 sul Milazzo firmato da Elton Meta, appena due settimane dopo le dimissioni di mister Nicola Basile. Dimissioni arrivate giusto durante la sosta pasquale, alla vigilia della difficilissima trasferta di Palazzolo, che festeggerà proprio contro i gialloblù, la vittoria del campionato e la conseguente promozione in Serie D. Un cambio della guardia che nessuno, ormai, si aspettava più, ma che ha permesso al nuovo tecnico Gaspare Cacciola, di cominciare a prendere confidenza con il gruppo e portarlo così a centrare l’obiettivo salvezza. Tante le incognite da risolvere per poter gettare le basi per una nuova stagione nella massima serie regionale.

CLUB CALCIO BELPASSO – Se il Biancavilla è riuscito ad acciuffare la salvezza solo all’ultima giornata, lo stesso purtroppo non è accaduto al Belpasso, con la società biancazzurra che saluta l’Eccellenza, dopo aver concluso la stagione al penultimo posto, davanti solo al fanalino di coda Torregrotta. Una stagione complicata, quella vissuta da patron Minervini, che ha visto la rosa della prima squadra sgretolarsi poco prima della finestra di mercato invernale: le difficile condizioni economiche in cui navigava il Belpasso, avevano portato alle dimissioni mister Giovanni La Mela e del direttore sportivo Salvo Vadalà, a cui fece seguito l’esodo, verso altre piazze, di gran parte dei calciatori, uno su tutti capitan Garufi, approdato al Biancavilla con cui si è reso protagonista. Dopo poche giornate di sofferenza, costellate da sconfitte e pochi punti guadagnati, ecco il ritorno di mister La Mela, di nuovo alla guida della squadra belpassese oramai priva dei nomi importanti, ma che ha concesso la possibilità di calcare campi importanti ai giovani calciatori della formazione Juniores. Questo non è bastato a salvare la categoria, ma ha comunque permesso il regolare svolgimento del campionato.

La classifica finale di Eccellenza girone B

PROMOZIONESua Eccellenza ha il nome e i volti dell’Atletico Catania, che chiude in testa il girone D, al termine di un campionato dalle mille emozioni. Pronte a darsi battaglia ai play off sono Città di Ragusa e Real Città di Paternò, con quest’ultima ancora pienamente in corsa per la vittoria della Coppa Italia. Ai playout si sfideranno Rinascitanetina e Città di Mascalucia, senza dimenticare l’esclusione dal campionato dopo quattro rinunce, dell’Adrano Calcio.
ATLETICO CATANIA –  Vince e convince l’Atletico Catania che, al termine di uno straordinario girone di ritorno, si laurea campione e festeggia così il ritorno in Eccellenza dopo soltanto una stagione. Un risultato importante, fortemente cercato da tutto lo staff atletista. (Leggi Qui)

REAL CITTÀ DI PATERNO’Una stagione straordinaria, quella vissuta dalla società di patron Ivan Mazzamuto, che però non ha ancora scritto la parola fine: dopo aver chiuso la regular season a 71 punti, alle spalle soltanto dell’Atletico Catania e del Città di Ragusa, la formazione paternese è ancora pienamente in corsa per riuscire ad agguantare la promozione in Eccellenza, avendo a disposizione due diverse strade. La prima è quella dei playoff, in cui si troveranno davanti proprio l’undici ragusano. La seconda è quella della Coppa Italia: dopo aver battuto, appena una settimana fa, il Città di Messina nella semifinale di andata, oggi bisogna completare l’opera per poter continuare a sognare in grande. Merito di un lavoro attento, preciso e pianificato che parte dai piani alti della società, fino ad arrivare ai calciatori, pronti a stupire ancora.

La classifica finale di Promozione girone D

PRIMA CATEGORIA Due diversi gironi, stesso copione per Paternese e Misterbianco, regine indiscusse dei gironi D e G. In finale play off, per quanto riguarda il girone G andranno Fc Motta Sant’Anastasia e Ciclope Bronte, che hanno rispettivamente superato Maletto e Armerina. Retrocede il branciforti.

MISTERBIANCO – Dopo il mancato ripescaggio in Promozione in estate, il Misterbianco impiega soltanto una stagione per poter ottenere, sul campo del girone G, ciò che si era visto rifiutare dagli organi di competenza. Una corazzata praticamente invincibile, quella guidata da mister Di Maria, che adesso è pronta a centrare uno storico double. L’undici biancazzurro infatti, dopo aver superato il Gangi in semifinale di Coppa Sicilia, dovrà sfidare in finale il Pro Tonnarella.

REAL ADRANO – Una stagione senza troppi colpi di scena, quella vissuta dalla formazione adranita, che chiude il campionato al nono posto con 27 punti.

PATERNESE In Promozione, nella prossima stagione, ci sarà anche la Paternese, che sbaraglia la concorrenza e stravince, in anticipo, il girone D di Prima Categoria. Un girone complesso, formato da squadre appartenenti perlopiù al comprensorio messinese e, dunque, per certi versi sconosciuto, che però non ha fermato la corsa della formazione paternese che, in soli tre anni, è riuscita a compiere il salto dalla Terza Categoria alla seconda massima competizione regionale.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #calcio sicilia #coppa italia #coppa sicilia #Eccellenza #in evidenza #Prima Categoria #promozione