Accorata lettera della figlia di un paziente affetto da mesotelioma pleurico: «Vogliono chiudere proprio la chirurgia toracica universitaria al Policlinico»

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Melissa, biancavillese, figlia di un malato di mesotelioma pleurico (cancro da fluoroedenite – amianto –), operato tre volte dal professore Marcello Migliore un vero e proprio luminare nell’intervento su questo tipo di tumore, considerato da tanti inoperabile. Melissa, facendosi interprete di tanti malati e loro familiari, denuncia l’assurda situazione al Policlinico “Gaspare Rodolico” di Catania, dove il professore Migliore non può più operare e la Chirurgia toracica rischia di chiudere. Biancavilla è il comune inquinato dalla fluoroedenite, minerale simile all’amianto disperso in tutto il paese a causa della presenza in una antichissima colata lavica, la cui pietra è stata riutilizzata in edilizia. Questa presenza ha causato oltre 40 morti accertati. Pubblichiamo la lettera recapitata alla nostra mail e riproponiamo una intervista al prof. Migliore realizzata dalla nostra emittente.

L’INTERVISTA REALIZZATA DA YVII TV AL PROF. MARCELLO MIGLIORE

 

Salve,
il mio nome è Melissa e abito a Biancavilla un paesino in provincia di Catania. Biancavilla? Un paese che conta circa 25.000 abitanti, cittadini che giorno dopo giorno “muoiono”. Penserete che in tutte le città del mondo si muore, ma nel mio paese c’è davvero dell’assurdo: Biancavilla è conosciuta per la famigerata presenta dell’amianto, minerale subdolo che giorno dopo giorno commette strage tra i miei compaesani. Il mesotelioma pleurico è una neoplasia che colpisce il mesotelio, il sottile tessuto che riveste la gran parte degli organi interni. La forma più frequente è quella che colpisce la pleura, il mesotelio che riveste i polmoni e la parete interna del torace.

Il più importante fattore di rischio per il mesotelioma è rappresentato dall’esposizione all’amianto: la maggior parte di questi tumori riguarda infatti persone che sono entrate in contatto con questa sostanza, a casa o sul posto di lavoro, o che vivono con persone che la lavorano. L’amianto è un minerale che, per la sua particolare resistenza al calore, è stato in passato ampiamente utilizzato per le coperture e l’isolamento di tetti (in un materiale conosciuto come Eternit), navi e treni; nell’edilizia (tegole, pavimenti, vernici…); nelle tute dei vigili del fuoco; nelle automobili (componenti meccaniche e vernici) e in altri settori. Quando questo minerale viene frammentato, ad esempio durante il processo di estrazione mineraria o di rimozione del materiale isolante, si produce una polvere che, se inalata, può danneggiare le cellule mesoteliali, provocando in alcuni casi il tumore, anche decenni dopo l’esposizione.

Avete capito benissimo!!! Anche decenni dopo l’esposizione!!!! Si prevede che il picco di malati di Mesotelioma debba ancora arrivare!!! Le armi che un malato di mesotelioma possiede sono veramente poche, e la maggior parte per lo piu’ palliative. Io oggi vi scrivo perchè voglio denunciare, non tanto la problematica amianto bensì come la sanità o chi per lei stia mancando gravemente al suo dovere!!!! Io sono la figlia di un malato di mesotelioma pleurico. A mio padre la malattia venne diagnosticata nel 2013 (dopo 2 anni di infiniti accertamenti). C’era stato detto fin da subito che “questa era una brutta bestia”, giudicata da molti chirurghi inoperabile, non ci restavano solo che terapie palliative per guadagnare qualche mese. Poi abbiamo conosciuto quello che oggi definisco un angelo custode. Il professore Marcello Migliore. Mio padre è vivo, lotta ma è vivo!!! Lo è grazie agli interventi importantissimi e accuratissimi che il Prof. Marcello Migliore ha effettuato (2013-2016-2018).

Ora mi chiedo, perchè mai una struttura come il Policlinico di Catania non dovrebbe tener stretto a sè un chirurgo del genere?!?!?!??? Perchè mai la struttura non privilegia questo grandissimo medico che giorno dopo giorno si spende per i suoi malati!?!??? Perchè mai il Policlinico di Catania sta mettendo questo medico nelle condizioni di mollare tutto, che per i malati di Biancavilla (30km da CT), e non solo, sta facendo la differenza in questo tremendo tumore?!?!!????
L’ unico obiettivo del prof Migliore è curare i pazienti che soffrono!!! Mio padre è stato operato presso la chirurgia toracica sita presso la neurochirurgia al pad 3 adesso il prof. Migliore è stato trasferito in cardiochirurgia dove però non c’e nessuno!!!!

Ci risulta che sono sono stati effettuati dal 2010 più di 1100 procedure con interventi tra i più all’avanguardia ed è l’unico centro del SSN a Catania ad eseguire interventi maggiori del polmone in chirurgia mini invasiva…. ma è l’unico che non ha avuto nessun investimento in termini umani ed economici…
L’unico centro in Italia meridionale dove si tratta il mesotelioma con tecniche modernissime. Sorprendente che tutti i medici di chirurgia toracica assunti negli ultimi anni sono stati indirizzati all’OVE dove sicuramente c’è molto più interesse politico.

Dal cilindro il governo Musumeci ha tirato fuori una struttura complessa di chirurgia toracica in più perché ? Come mai dovevano essere 6 ed adesso sono 7? Come mai in Sicilia non esiste nessuna struttura complessa universitaria di chirurgia toracica da far dirigere ad un professsore universitario? Come mai in Sicilia sembra vogliono chiudere la specializzazione in chirurgia toracica: si è creato il caos per chiudere (politica vecchia 150 anni) ed impedire la crescita.

Ecco i chirurghi Toracici solo a Catania nel SSN.
9 chirurghi al Cannizzaro, 8 al Garibaldi, 8 all’ospedale Vittorio Emanuele ed 1 (anzi mezzo) al Policlinico.
Come fa l’assessore Razza a giustificare tutto ciò? Come mai non hanno mai supportato gli interventi del Policlinico e invece vogliono chiudere proprio la chirurgia toracica universitaria al policlinico che dà più lustro all’azienda Policlinico ed alla Città, ma sopratutto da un grande aiuto ai pazienti ed alla ricerca? Il prof. Migliore da solo oltre che aiutare centinaia di persone nel 2017 ha prodotto introiti all’azienda per circa 500.000 euro: questi introiti sono stati “regalati” (bilanci aziendali ndr.) ad un altro chirurgo per aumentare il suo fatturato oppure solo per un errore di trascrizione?

Come mai il professore Migliore è stato lasciato solo ? Non è che per caso che non ha nessun background familiare o perché pensa ai pazienti e non a cercare voti? Adesso lo vogliono chiudere con i pazienti col cancro del polmone che aspettano di essere operati!!! Tra cui mio padre! La domanda è perche? Qualcosa non va in questa sanità! Spero davvero si possa fare luce su questi fatti vergognosi,

Vi ringrazio per l’attenzione
Cordiali Saluti

Melissa

Hashtags #Catania #chirurgia toracica #Marcello MIgliore #mesotelioma pleurico #policlinico #Ultime notizie