Visita definita fra assessorato Lavori Pubblici, Sunia e Piattaforma per Librino

Sopralluogo domani al cosiddetto “palazzo di cemento” di Librino, popoloso quartiere di Catania, da parte di una delegazione formata dal Sunia (Sindacato inquilini) e dalla Piattaforma per Librino, dell’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Catania, Enrico Trantino, e dei tecnici comunali, sullo stato dei lavori che interessano l’edificio. Da anni 96 famiglie aspettano il completamento degli alloggi e la conseguente assegnazione. L’effettuazione del sopralluogo è stata definita nell’incontro che il Sunia e la “Piattaforma per Librino” hanno avuto con l’assessore la scorsa settimana nel corso del quale si è affrontato anche il tema dell’utilizzazione di alcuni spazi come sede delle associazioni e di alcuni uffici comunali.

In una nota, la segretaria del Sunia Catania, Giusi Milazzo, e la portavoce della “Piattaforma per Librino”, Sara Fagone, ribadiscono «che il completamento dei lavori nel palazzo che è stato per anni emblema del degrado ha un grande valore simbolico per chi vive a Librino e per chi da anni si batte affinché il quartiere perda una nomea falsa e ingiusta. Pensiamo che sia arrivato il momento per riaprire un ampio confronto su un quartiere le cui potenzialità sono enormi per riprogettarne la riqualificazione urbanistica e sociale a partire dalla manutenzione straordinaria degli edifici destinati ad alloggi popolari. Noi riteniamo che le risorse ci siano – chiudono Milazzo e Fagone – quello che è necessario è un coordinamento degli interventi e una definizione delle priorità che non possono che partire dal benessere e dalla qualità della vita degli abitanti».

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #librino #palazzo cemento #piattaforma per librino #sunia catania #Ultime notizie