La struttura è data in appalto ad una ditta esterna che si occupa della preparazione dei pasti per i Vigili del Fuoco di Catania

Il Nucleo Antisofisticazione e Sanità dei Carabinieri di Catania ha posto i sigilli intorno alle 13 di oggi alla mensa del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Fontanarossa che a seguito di un controllo effettuato all’interno della cucina ha riscontrato delle  gravi carenze di tipo igienico sanitarie. La preparazione dei pasti è affidato ad una ditta esterna vincitrice di un appalto per la distribuzione dei pasti a tutti gli uomini del comando provinciale. Del controllo dei Carabinieri è stato informato anche il Comandate provinciale Giuseppe Verme che si è recato tempestivamente sul posto.

«L’espressione “prima rubano la santa e poi fanno i cancelli” potrebbe essere consona per la chiusura dei Nas della mensa aeroportuale dei vigili del fuoco» ha commentato Carmelo Barbagallo USB Vigili del Fuoco di Catania. «La mensa è stata al centro dell’attenzione molteplici volte e sicuramente il caso più eclatante fu quello dell’affettatrice colma di larve di blatte. Noi come organizzazione sindacale, non possiamo accettare tale situazione già denunciata ad ampia voce e, riteniamo inaccettabile la sostituzione con i buoni pasto! Allo stato attuale, è stato sospeso questo servizio! I lavoratori, dovranno portarsi il mangiare da casa, uscire soldini di tasca propria e chissà, magari rimanere a digiuno!»

(Immagine di repertorio)

Hashtags #carabinieri #distaccamento fontanarossa #mensa #nas #Ultime notizie #Vigili del Fuoco