La Guardia di Finanza ferma un’auto a tutta velocità. Nella perquisizione salta fuori “l’erba”. In casa aveva anche un centro di masterizzazione illegale

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno arrestato un cittadino italiano che nella propria autovettura trasportava oltre un chilo di marijuana. Nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio attuato a contrasto dei fenomeni illeciti, i finanzieri del gruppo di Catania stavano eseguendo il pattugliamento del quartiere cittadino di “Zia Lisa” quando, insospettiti dall’andamento veloce di un Suv, lo hanno fermato per un controllo.
Nell’ispezione dell’autovettura, alla cui guida vi era un catanese con precedenti per droga, è stato ritrovata, tra vari utensili che si trovavano nel portabagagli, una cassetta in plastica con all’interno piccole confezioni sottovuoto, del peso di 50 grammi ciascuna, contenenti la sostanza stupefacente.

All’esito della perquisizione eseguita con ausilio delle unità cinofile presso l’abitazione e un ulteriore immobile nella disponibilità del soggetto fermato, è emerso che la sostanza rinvenuta nel veicolo era stata “lavorata” in casa. Infatti, oltre a trovare un’ulteriore quantità di cannabis sfusa, nell’appartamento i militari hanno rinvenuto e sequestrato semi, bilance, grandi barattoli di vetro artigianalmente oscurati, un sigillatore e buste per il sottovuoto, strumenti utilizzati per lavorare e confezionare la sostanza stupefacente.
Inoltre, sempre all’interno della casa, che è risultata peraltro allacciata abusivamente alla rete elettrica, è stata scoperta e sequestrata una vera e propria “centrale di masterizzazione”, formata da 2 tower e 32 masterizzatori capaci di lavorare simultaneamente alla scrittura di altrettanti supporti digitali, nonché 3.500 CD/DVD, comprensivi di locandine e già pronti per la vendita. L’uomo è stato arrestato.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #arresto #Catania #droga #Guardia di Finanza #in evidenza #marijuana #masterizzazione #spaccio #suv