In tutta Italia sono state raccolte più di 8 tonnellate di cibo. Ancora attivo il numero solidale 45582

“Il grande cuore dei siciliani si conferma pronto alla generosità a dispetto della crisi”, commenta così Pietro Maugeri, presidente del Banco Alimentare della Sicilia Onlus il risultato della 23° Colletta Alimentare che si è svolto ieri in quasi 13.000 supermercati di tutta Italia e più di 1.100 nella nostra Isola. “Sono contentissimo della dimostrazione di gratuità a cui abbiamo assistito ieri in mille e mille volti festanti che hanno dati vita a un vero spettacolo di carità. Anche i dati confermano il cuore generoso dei siciliani. Quest’anno abbiamo raccolto più di 447 tonnellate di cibo registrando, in Sicilia, un incremento del +0,3% rispetto al 2018. Ma ci sono state alcune province, come Catania e Palermo, nelle quali le percentuali raccolte sono molto molto più alte. Forse per la presenza di nuove catene nella grande distribuzione – continua Maugeri – o forse, ed è a questo che vogliamo credere con tutto il cuore, perché le persone stanno imparando a conoscerci di più e starci più vicino grazie ai social e alla stampa. Ieri ho visto che tantissimi, per non dire quasi tutti, hanno donato qualcosa sacrificando la loro spesa. E questa, per me, è stata una vera emozione”. Per la #Colletta19 in tutta la Sicilia sono stati raccolti 894.258 pasti* con un incremento pari a +0,3% rispetto alla Colletta 2018. Pasti che verranno distribuiti ai più poveri tramite le 725 strutture caritative convenzionate con i due Banchi della Sicilia. Il Banco Alimentare in Sicilia, aiuta 226.780 persone, di questi 42.138 sono bambini da 0 a 15 anni, 172.569 persone da 15 a 65 anni e 12.073 è il numero degli assistiti sopra i 65 anni.

“Anche quest’anno abbiamo avuto la riprova che si può vivere un gesto di solidarietà in qualunque condizione ci si trovi; non c’è situazione che possa mortificare il nostro desiderio di bene. Come ci ha recentemente richiamato il Papa, “… fissiamo lo sguardo sull’essenziale che non ha bisogno di tante parole”. Proprio in questa prospettiva i numeri acquistano il loro più pieno significato” ha dichiarato Giovanni Bruno, Presidente della Fondazione Banco Alimentare. In tutta Italia sono state raccolte 8.100 tonnellate, l’equivalente di 16.200.000 pasti, sostanzialmente in linea con i risultati consolidati negli ultimi anni: quanto raccolto, insieme a quanto recuperato dal Banco Alimentare nella sua ordinaria attività durante tutto l’anno, sarà distribuito a circa 7.500 strutture caritative che assistono oltre 1,5 milioni di persone. L’SMS solidale 45582 rimarrà attivo per sostenere i costi di trasporto e stoccaggio della Colletta fino a lunedì 3 dicembre. (Il valore della donazione sarà di € 2 per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di € 5 per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali).

Hashtags #banco alimentare #colletta alimentare #Ultime notizie