Le “Fiamme gialle” incontrano gli studenti, fra i quali gli alunni di Paternò

Anche quest’anno i Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno dato attuazione al protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca organizzando, in ambito provinciale, numerosi incontri con gli studenti della scuola primaria e secondaria, finalizzati a illustrare la mission istituzionale della Guardia di Finanza e, nel contempo, a far maturare nel giovanissimo auditorio la consapevolezza del valore della legalità economica.

Durante gli incontri, che hanno visto il coinvolgimento di 15 istituti scolastici (di cui 11 in scuole primarie e secondarie di 1° grado e 4 presso istituti d’istruzione secondaria di 2° grado), dei vari comuni della provincia etnea (Catania, Acireale, Caltagirone, Riposto e Paternò) con la partecipazione di circa 1.730 studenti, è stata descritta l’attività svolta dalla Guardia di Finanza a contrasto dell’evasione fiscale, della criminalità organizzata, dello sperpero delle risorse pubbliche, della contraffazione e delle violazioni dei diritti d’autore, con la finalità di creare un momento di dibattito e di riflessione sul concetto generale di legalità e di “sicurezza economica e finanziaria” in particolare.

Durante gli incontri le Fiamme Gialle hanno proiettato alcuni filmati e presentazioni multimediali sugli argomenti trattati, modulati e mirati alle diverse fasce di età degli alunni, distribuendo, per i più piccoli, anche dei gadget istituzionali. In alcune scuole è stato previsto altresì l’intervento delle unità cinofile antidroga, che hanno dato dimostrazione delle loro capacità di individuare lo stupefacente nascosto anche su automezzi e nei bagagli, nonché dei cani del Soccorso Alpino in grado di ricercare le persone disperse.

L’iniziativa è stata apprezzata e condivisa dai docenti e dalle scolaresche intervenute, che hanno partecipato attivamente anche alla discussione in aula, mostrandosi interessate a conoscere il “mondo” giallo-verde. Al progetto “Educazione alla Legalità Economica” è abbinato un concorso che ha lo scopo di valorizzare, tramite il coinvolgimento delle scuole e dei docenti, la creatività dei giovani studenti, nel settore grafico, audio-video e fotografico, esprimendosi artisticamente sui temi trattati. Gli elaborati migliori saranno premiati a livello nazionale per ogni grado di scolarizzazione, sia per i lavori individuali che per quelli di gruppo.

Hashtags #Educazione alla Legalità Economica #guardia finanza #Paternò #progetto #scuole #studenti #Ultime notizie