Al via anche a Biancavilla che, inizialmente, non era compresa

La scorta dei Carabinieri ai vaccini

Giornata storica quella di oggi negli ospedali di Paternò, “Santissimo Salvatore”, e Biancavilla, “Maria Santissima Addolorata”, dove inizieranno le vaccinazioni anti Sars-Cov-2. Inizialmente le somministrazioni odierne erano previste solo negli ospedali di Caltagirone, Giarre e Paternò (dotati di congelatori a -80°) per poi progressivamente estendersi dal 4 gennaio anche nei restanti ospedali di competenza dell’Azienda sanitaria provinciale 3 Catania. A sorpresa, stamattina è stato inserito anche il nosocomio biancavillese. Le dosi di vaccino contro il Covid-19 prodotti da Pfizer e BionTech assegnate all’Asp 3 sono 7500. 

A Paternò, in tarda mattinata, le prime 12  vaccinazioni. Successivamente, nel primo pomeriggio, toccherà a Biancavilla. Le dosi di vaccino da somministrare sono partite, scortate dalle Forze dell’ordine, intorno a mezzogiorno dall’ospedale di Acireale, con direzione Paternò. Dopo le 12 vaccinazioni al “Santissimo Salvatore”, il gruppo di lavoro per vaccinazioni (nella foto) si sposterà a Biancavilla. Come previsto dalle disposizioni Ministeriali e Assessoriali, in questa fase, il vaccino sarà somministrato agli operatori sanitari; successivamente toccherà agli ospiti e agli operatori delle Rsa e dei Centri residenziali per anziani.

A regime i vaccini verranno somministrati gradualmente nei Presidi Ospedalieri aziendali e nei Distretti sanitari, per raggiungere il numero di 40 Punti Vaccinazione, oltre a 30 postazioni mobili per le vaccinazioni nelle Rsa e nei Centri residenziali per anziani, in modo da garantire una capillare copertura e il più alto numero possibile di vaccinazioni. Presso i PVO opereranno un medico igienista, un infermiere e un operatore informatico che provvederà alla raccolta e registrazione dei dati in modalità digitale e cartacea

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Biancavilla #coronavirus #covid 19 #Paternò #sars-cov-2 #Ultime notizie #vaccino