Scrive Di Guardo: “Il fetore causa notevoli disagi e costituisce una grave minaccia alla salute dei miei concittadini”

Il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo ha presentato oggi, presso il Comando della locale Tenenza dei Carabinieri,  una nuova denuncia, la quinta, per la “gravissima condizione divenuta ormai insopportabile” circa il propagarsi dei fetori provenienti dalla vicina discarica di “Tiritì” ormai chiusa e quella ancora attiva di “Valanghe d’Inverno” in territorio di Motta S. Anastasia ma a poche centinaia di metri dal centro storico di Misterbianco.
“Questo intollerabile ed altamente sgradevole odore – scrive il sindaco nella denuncia – sicuramente nocivo per la salute e comunque difficile da sopportare, sta creando notevoli disagi e costituisce una grave minaccia alla salute dei miei concittadini.”

 

L’ultima denuncia presentata dal sindaco Di Guardo è stato lo scorso 14 aprile, sempre alla Procura della Repubblica di Catania, ed in quella presentata stamani si reitera la richiesta di assumere “i provvedimenti necessari nei confronti dei titolari delle discariche, della Regione Siciliana, della Provincia Regionale di Catania, dell’ARPA e di quanti hanno competenza in materia, affinché cessi questa grave minaccia.”

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #discarica #discarica valanghe #Misterbianco #Motta Sant'Anastasia #nino di guardo #rifiuti #sindaco