Individuati grazie al  supporto dell’elicottero dei Vigili del Fuoco

Altre 2 persone, 2 turisti settantenni del Missuri, hanno lanciato l’allarme alla centrale operativa del numero unico delle emergenze 112 intorno alle 14:00 di oggi, poiché avevano perso l’orientamento nei pressi della colata lavica prodotta dai crateri a bottoniera del 2002.

Sul posto sono intervenuti gli uomini  dei Vigili del Fuoco volontari di Linguaglossa che grazie al supporto di un elicottero levatosi in volo da Catania, sono riusciti a individuare i due turisti vicino a Monte Nero. Ad essere allertato anche il soccorso alpino della Guardia di Finanza, che ha poi fatto rientro a Nicolosi, alla notizia del ritrovamento. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza del sistema di emergenza-urgenza sanitaria a scopo precauzionale.

Con oggi salgono a 5 gli escursionisti improvvisati che richiedono soccorso nel giro di 3 giorni. Un primo escursionista, un turista francese, aveva perso l’orientamento nel tardo pomeriggio di venerdì in zona “Belvedere” poco sopra il rifugio Sapienza. Nella giornata di ieri, a perdere il sentiero erano stati un padre insieme a sua figlia nella stessa zona dove i 2 americani hanno perso l’orientamento.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #dispersi #escursionisti dispersi #Etna #Piano Provenzana #soccorso alpino #Ultime notizie #Vigili del Fuoco